Domanda:
Devo aspettare dopo una puntura di zecca per essere vaccinato per l'encefalite?
rumtscho
2015-06-03 15:59:23 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Di recente ho rimosso una zecca che devo aver catturato durante il campeggio. Pensando ai miei piani per l'estate (che prevedono il cambio frequente dei vestiti nella natura selvaggia), ho capito che mi sarebbe piaciuto fare una vaccinazione contro l'encefalite da zecche.

Di solito, un vaccino non viene somministrato subito dopo la potenziale esposizione agli agenti patogeni dai quali protegge. È così per il vaccino contro l'encefalite da zecche? Quanto tempo devo aspettare dopo la mia ultima puntura di zecca prima che sia sicuro ottenere il vaccino?

Inoltre, per quanto tempo "tiene" il vaccino senza rinnovo? Se ha bisogno di rinnovi, come è meglio cronometrarli (ad es. Quale stagione è ottimale?)

Aggiorna Nel caso in cui le zecche siano un vettore per diverse malattie in diverse parti del mondo, mi aspetto di essere morso nelle parti meridionali della Germania e nelle parti orientali della Francia. Sono preoccupato per la malattia nota in tedesco come " FSME", endemica in queste regioni.

Un'altra domanda interessante sarebbe perché i vaccini non vengono somministrati subito dopo l'esposizione? Immagino che il motivo sia la prevenzione di sovraccaricare il sistema immunitario. L'aggiunta di un vaccino dopo l'infezione provocherebbe una competizione inibitoria con gli anticorpi.
Due risposte:
#1
+3
YviDe
2016-03-23 19:53:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Periodo di attesa

È difficile dimostrare che alcune informazioni non esistono, ma forse otterrò punti per lo sforzo;)

C'è una sezione sulla "vaccinazione post esposizione" nel (lungo) documento di base dell'Organizzazione mondiale della sanità sui vaccini e la vaccinazione contro l'encefalite trasmessa da zecche (TBE). Menzionano la preoccupazione che citi anche nella tua domanda, ma prosegui affermando che non ci sono prove a sostegno:

Di particolare preoccupazione è la possibilità teorica che la profilassi post-esposizione possa portare alla presenza di anticorpi -aumento dipendente dell'infezione ed esacerbazione della malattia. Tali fenomeni sono stati segnalati per altre infezioni da flavivirus, ma non per TBEV.

Almeno, la vaccinazione dopo l'esposizione probabilmente non sarà abbastanza rapida da prevenire un'infezione (vaccinare dopo l'esposizione è, ad esempio, fatto per la rabbia):

Poiché la TBE ha un periodo di incubazione relativamente breve, anche una risposta anamnestica potrebbe non essere abbastanza veloce da proteggere l'individuo dopo l'esposizione.

Tutte queste informazioni sembrano provenire dalla recensione Dopo una puntura di zecca in un'area endemica del virus dell'encefalite trasmessa da zecche: posizioni attuali sul trattamento post-esposizione. Viene anche ripetuto nel documento di posizione dell'OMS Vaccini contro l'encefalite da zecche.

Né questi studi né le informazioni del produttore di FSME Immun (che potrebbe essere ciò che si riceverebbe - avviso per gli altri: l'informazione è in tedesco) indica un periodo di attesa. Una buona ipotesi sarebbe probabilmente il periodo di incubazione per TBE ( mediana di 8 giorni).

Vaccinazioni successive

Questa parte è Più facile. Per i due vaccini solitamente utilizzati in Europa occidentale, l'OMS scrive

Con entrambi i vaccini i produttori raccomandano un richiamo 3 anni dopo il completamento della serie primaria e successivi richiami a intervalli di 5 anni (3 anni intervalli per individui di età> 60 anni)

Vedere la tabella 6 a pagina 43 del Documento di base sui vaccini e la vaccinazione contro l'encefalite da zecche (TBE)

Per quanto riguarda la programmazione, anche dopo quei 3 o 5 anni , la protezione è ancora molto buona (dopo 8 anni, il 90% era ancora protetto), quindi probabilmente non c'è fretta e il booster può essere preso quando è conveniente.

#2
+1
Damon
2015-06-03 19:51:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il programma di immunizzazione primaria raccomandato dagli Stati Uniti per Ixiaro , il vaccino contro il virus dell'encefalite giapponese (JE) (inattivato) è una settimana prima dell'esposizione [1]. Un paziente adulto (di età pari o superiore a 17 anni) può ricevere un richiamo dopo un anno dal completamento della serie primaria; adolescenti e bambini (meno di 17 anni) non sono stati studiati [1].

Il trattamento per JE prevede solo cure di supporto [2]. Non esiste un trattamento antivirale specifico per JE; ribavirina, interferone alfa-2a è stato testato senza successo [2].

I sintomi non specifici compaiono dopo un periodo di incubazione di 5-15 giorni seguito dalle manifestazioni specifiche del cambiamento dello stato mentale [2]. La stagionalità della malattia dipende dall'area locale [2].

Riferimenti:

  1. Foglietto illustrativo Ixiaro. Prodotti biologici approvati dalla FDA. http://www.fda.gov/downloads/BiologicsBloodVaccines/Vaccines/ApprovedProducts/UCM142569.pdf [ultimo accesso 6/3/2015.]

  2. Encefalite giapponese: epidemiologia, diagnosi, trattamento e prevenzione. UpToDate.com [accesso 6/3/2015.]

Questa è una buona informazione. Tuttavia, il mio punto principale era un po 'diverso, forse non ero chiaro. So che un vaccino non mi salverà dalla malattia di un morso già accaduto, ma penso che in futuro sarò esposto a più morsi di zecche da una regione endemica di encefalite. Esiterei a ottenere il vaccino se non ho sintomi dopo 15 giorni solo sulla base delle informazioni sull'incubazione. In primo luogo, avrei potuto essere esposto senza ammalarmi e, in secondo luogo, la Wikipedia tedesca afferma che l'encefalite può essere asintomatica.
Sono anche un po 'confuso dal fatto che parli di encefalite giapponese quando sembra essere trasmessa dalle zanzare. L'encefalite trasmessa da zecche è una malattia diversa ma correlata al proprio vaccino. L'encefalite giapponese è diffusa anche nell'Asia orientale, dove non sarò; Aggiornerò la mia domanda con le informazioni pertinenti.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...