Domanda:
Qual è il rapporto tra la sensazione di essere pieno e la capacità di addormentarsi?
jiniyt
2015-05-27 23:43:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Faccio fatica con l'insonnia. A volte, se non riesco ad addormentarmi, uno dei modi migliori per risolvere questo problema è sgranocchiare finché non mi sento sazio, e mi viene talmente sonno che quasi non riesco ad arrivare in camera da letto senza svenire. Il pasto sarebbe inferiore a solo 500 calorie, quindi non penso che questo sia lo stesso dell'effetto che ottieni sul Ringraziamento.

Una risposta:
#1
+10
anongoodnurse
2015-05-29 00:51:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

... non credo che questo sia lo stesso dell'effetto che ottieni sul Ringraziamento.

In realtà, probabilmente lo è, e presto alcune persone potranno per ottenere lo stesso effetto di induzione del sonno sotto forma di una pillola.

La tua sonnolenza dopo un pasto è causata dalla presenza o assenza di peptidi nel cervello chiamati orexine ( aka ipocretine).

Nel 1998, due gruppi di ricercatori hanno scoperto simultaneamente 2 piccoli ormoni neuropeptidici che regolano, tra le altre cose, la veglia e il comportamento alimentare.

Un gruppo li ha scoperti durante la ricerca di molecole che potessero legarsi ai recettori "orfani", cioè un recettore cerebrale con una molecola "legante" sconosciuta (chiamata ligando). Hanno scoperto che il proormone prepro-orexina è stato trovato in un'area molto piccola dell'ipotalamo che era stata implicata nella regolazione del comportamento alimentare e dell'omeostasi energetica; questo suggerisce la possibilità che i neuropeptidi possano essere coinvolti nella regolazione dell'assunzione di cibo. Quando somministrato nel cervello di ratti che si nutrono liberamente, uno di questi peptidi (orexina A / ipocretina 1) stimolava il consumo di cibo in modo dose-dipendente (con attenzione ai periodi di luce e buio, cioè il ritmo circadiano), con un aumento della dose inferiore alimentazione del ratto di circa 2 volte e la dose più alta induce un aumento di 3 + volte dell'alimentazione rispetto ai ratti a cui è stata iniettata una soluzione senza il peptide (l'altra alimentazione stimolata in misura minore). L'effetto è durato 4 ore. Inoltre, i ratti a digiuno hanno prodotto più del doppio delle orexine rispetto ai ratti che si nutrono liberamente. Per questo motivo le molecole erano chiamate "orexine", dal termine greco orexis , che significa "appetito". Hanno ipotizzato che i neuroni che secernono l'orexina potessero in qualche modo essere modulati dal glucosio.

Allo stesso tempo, un altro gruppo di ricercatori che utilizzava un approccio completamente diverso ha scoperto che lo stesso gruppo di neuroni ipotalamici era stimolato da un ormone peptidico simile nella composizione all'ormone intestinale secretina . Hanno identificato lo stesso proormone e i suoi due peptidi, chiamandoli ipocretine per "ipotalamo" e "secretina". Hanno scoperto che almeno uno dei peptidi aveva un'attività neuroeccitatoria in aree specifiche del cervello (hanno mappato gli effetti nei neuroni ipotalamici, nell'ipotalamo posteriore, nei nuclei settali nel proencefalo basale, nell'area preottica, nel nucleo paraventricolare del talamo , il grigio centrale, il locus coeruleus, i collicoli, il nucleo tegmentale laterodorsale e il nucleo del tratto solitario) suggerendo che i peptidi agissero all'interno del sistema nervoso centrale come regolatori omeostatici con un ruolo nell'omeostasi nutrizionale.

Gli scienziati non hanno ancora deciso se chiamarli orexine o ipocretine , quindi vengono utilizzati entrambi. Si trovano in tutti i vertebrati.

enter image description here

Sequenze di orexina A dei mammiferi finora identificate (umano, ratto, topo, maiale, cane, pecora e mucca) sono tutte identiche, mentre le sequenze di orexina B mostrano alcune differenze tra le specie. Da Orexina / Ipocretina: un neuropeptide all'interfaccia del sonno, dell'omeostasi energetica e del sistema di ricompensa , Natsuko Tsujino e Takeshi Sakurai

Nel 1999, un gruppo di scienziati ha scoperto che la narcolessia (un disturbo del sonno caratterizzato da estrema sonnolenza diurna) era causata dalla mancanza di un gene del recettore 2 dell'ipocretina / orexina in alcuni cani, stabilendo quindi che svolgono un ruolo molto importante nella regolazione della veglia.

Da allora, un enorme lavoro ha dimostrato che le orexine / ipocretine (O / H da qui in avanti) sono coinvolte nella regolazione di un'ampia gamma di comportamenti, tra cui veglia e vigilanza (necessaria per trovare cibo), sistemi che regolano l'emozione e la ricompensa (compreso il comportamento di ricerca di droga quando si è stressati e il mangiare per piacere - "consumo oltre i bisogni omeostatici" - che porta all'obesità) e altro ancora. **

Che cosa deve mangiare fare con la sonnolenza?

Diversi studi riportano che le velocità di attivazione dei neuroni O / H sono influenzate da glucosio sierico, trigliceridi e amminoacidi.

In inglese, e nel tuo caso: sei sveglio (O / H viene secreto dai neuroni O / H nel tuo ipotalamo). Tu mangi. Il tuo glucosio sierico aumenta. L'elevato livello di glucosio causa la depolarizzazione dei neuroni inibitori che iperpolarizzano i neuroni O / H diminuendo la quantità di O / H. rilasciato. Risultato: la veglia diminuisce. (Nel tuo caso riesci a malapena ad arrivare a letto!)

Che ne dici del Ringraziamento in pillola?

La Food and Drug Administration degli Stati Uniti di recente suvorexant approvato (Belsomra) per il trattamento dell'insonnia cronica. Il farmaco (solo su prescrizione) è un antagonista del recettore dell'oressina ed è il primo farmaco approvato di questo tipo. Blocca l'effetto dell'orexina durante la veglia (non è scienza grandiosa?) A differenza delle benzodiazepine e altri ipnotici, invece di favorire il sonno, suvorexant inattiva la veglia e l'insonnia di rimbalzo e gli effetti di astinenza non sono stati osservati quando suvorexant è stato interrotto dopo 3 mesi o 12 mesi di uso notturno . Ha rischi ed effetti collaterali, ma finora il suo profilo di sicurezza sembra piuttosto buono.

Il confronto di questi due documenti, il primo e il secondo riferimento, è un meraviglioso esempio dei metodi completamente diversi utilizzati da scienziati per indagare sulle incognite e arrivare alla stessa conclusione di base.
Orexine e recettori dell'orexina: una famiglia di neuropeptidi ipotalamici e recettori accoppiati a proteine ​​G che regolano il comportamento alimentare, Cell 92 (4): 573-85
Le ipocretine: peptidi specifici dell'ipotalamo con attività neuroeccitatoria Proc. Natl. Acad. Sci. USA 95 (1): 322–7
La narcolessia canina del disturbo del sonno è causata da una mutazione nel gene del recettore 2 dell'ipocretina (orexina) Il ruolo dell'orexina nei comportamenti motivati ​​ A Nature Neuroscience Review
Il ruolo dell'orexina-A nella motivazione alimentare, comportamento alimentare basato sulla ricompensa e attivazione neuronale indotta dal cibo nei ratti
* Anche la narcolessia umana, causata dalla distruzione dei neuroni O / H, è associata ad anomalie metaboliche , inclusa una maggiore frequenza di diabete mellito non insulino-dipendente e un aumento dell'indice di massa corporea.
** Il cioccolato è come un farmaco; un pasto normale no. Non lo sapevamo già tutti?
I neuroni di orexina ipotalamica regolano l'eccitazione in base al bilancio energetico nei topi
Orexina / ipocretina: un neuropeptide all'interfaccia del sonno, dell'omeostasi energetica e del sistema di ricompensa

Wow, questa è una risposta così fantastica. Tutta quella ricerca è stata davvero ripagata;)
@michaelpri: la parte migliore è che ho imparato molte volte più cose di quelle qui. Amo davvero la medicina. : D
@anongoodnurse, Frequenti una scuola di medicina?
@Pacerier - Vorrei *** desidero ***! [Chi sei e perché sei qui?] (Http://meta.health.stackexchange.com/questions/322/who-are-you-and-why-are-you-here). No, non frequento da tempo la scuola di medicina. :-)


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...