Domanda:
Mantieni la lattasi senza latticini
Drew
2015-09-19 19:30:43 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mia figlia di 2 mesi ha un'intolleranza al latte vaccino, quindi mia moglie ha smesso di consumare latticini. Idealmente allatterà al seno fino a più di 12 mesi, quindi se persiste potrebbe passare un anno prima che riprenda i latticini.

Abbiamo un'amica che non aveva latte con suo figlio e da quando ha smesso di allattare e potrebbe consumare nuovamente i latticini, ha avuto problemi con i latticini.

Esiste un modo per mantenere la produzione di lattasi senza dover consumare latticini? O un modo collaudato per riportare la produzione di lattasi ai livelli originali quando inizia a consumare latticini?

Se la mia risposta risponde alla domanda, contrassegnare la domanda come risposta. Se hai ulteriori dubbi o domande, lascia un commento e sarò felice di provare a risolverli.
Una risposta:
#1
+4
Atl LED
2015-09-21 05:38:43 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Innanzitutto, lascia che ti lodi vivamente tua moglie. La raccomandazione dell'OMS per l'allattamento al seno fino a 2 anni non è per spettacolo. Può davvero aiutare a prevenire tutta una serie di problemi.

Sfortunatamente, non ci sono modi per mantenere la produzione di lattasi in una dieta priva di lattosio prolungata. Potrebbe essere estremamente fortunata e mantenere i batteri necessari da sola, ma non dovrebbe tentare di reintrodurre i latticini nella sua dieta senza il permesso del tuo pediatra (supponendo che stia ancora allattando).

In Riguardo alla seconda domanda, si può recuperare la produzione di lattasi, la mia risposta non è ancora ma presto. Il libro di testo e i metodi approvati dalla FDA statunitense per trattare l'intolleranza al lattosio sono principalmente per evitare i latticini e assumere integratori di lattasi o tilattasi (che non aumenteranno la produzione di lattasi da soli).

C'è, tuttavia, un farmaco attualmente in fase di studio chiamato RP-G28 (sono sicuro che troveranno un bel nome commerciale se arriverà sul mercato). I risultati sono stati promettenti. Inoltre, ci sono stati anche alcuni studi promettenti con i probiotici, in particolare Lactobacillus reuteri, come possibile soluzione. Si è dimostrato difficile "re-seminare" l'intestino con buoni probiotici che vengono ingeriti, ma la soluzione potrebbe essere andando nella direzione opposta.


Come un piccolo attenzione, devi stare molto attento quando acquisti i probiotici. Purtroppo non è ben regolato e il modo in cui i batteri sono confezionati può avere un grande effetto se sono utili o meno. Per la maggior parte vorrai colture vive e, se sono ridotte a una forma di pillola, le vuoi liofilizzate, non trattate termicamente o disidratate. Molte volte può essere difficile ottenere queste informazioni dal produttore, quindi fai molta attenzione quando fai acquisti. Potrebbe essere meglio chiedere a un medico cosa è disponibile nei tuoi mercati (compresi i mercati online se hai accesso).

+1. Se potessi, aggiungerei un altro +1 per le informazioni sui probiotici.
Ottima risposta, grazie. Per i probiotici, sarebbe meglio prendere quelli durante l'allattamento al seno come un programma di mantenimento, piuttosto che una volta che ha finito l'allattamento al seno per cercare di recuperare il ritardo? E (quasi completamente) non correlato - per il farmaco che hai menzionato, c'è un buon modo monitorare i suoi progressi sul mercato? Ovviamente è solo nei primi studi ora - oltre a ricevere una notizia in 3 anni, come faccio a sapere che è disponibile?
@Drew di nuovo, è sempre meglio controllare con il tuo pediatra su tali questioni, ma semplicemente per una questione di costi, aspetterei fino a quando non ha finito. I veri probiotici utili non sono economici. Per quanto riguarda il monitoraggio di un farmaco sul mercato, puoi sempre verificare con una [azienda farmaceutica] (http://www.ritterpharmaceuticals.com/product-platform/rpg28), che non tendono a mantenerlo segreto.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...