Domanda:
Come faccio a sapere se sono intollerante al lattosio? Ci sono test?
Jonas Schwarz
2018-07-21 14:03:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sospetto di essere intollerante al lattosio, ma non so come dirtelo. Posso semplicemente vedere un medico e fare il test, o devo convivere con il presupposto?

Se ci sono test standardizzati, qual è la procedura?

Se hai una sorta di reazione al latte, potrebbe essere un caso di allergia alle proteine ​​A1 piuttosto che un'effettiva intolleranza al lattosio. Potresti considerare di cercare un prodotto a base di latte che contenga la proteina A2 solo per vedere qual è la tua reazione a questo.
Una risposta:
#1
+6
Bruce Kirkpatrick
2018-07-21 17:38:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questa pagina del NIH contiene molte informazioni rilevanti sull'intolleranza al lattosio.

Esistono diversi test diagnostici standard per l'intolleranza al lattosio, ma il tuo medico potrebbe chiederti di provare eliminare i latticini dalla dieta prima di ricevere uno di questi test. Se evitare il lattosio allevia i sintomi, hai potenzialmente trattato con successo la tua intolleranza primaria al lattosio. Se ti senti un po 'meglio, ma continui ad avere problemi gastrointestinali classici (gonfiore, diarrea), potresti essere intollerante al lattosio in seguito a una malattia diversa come il morbo di Crohn o la celiachia. Tieni presente che l'intolleranza al lattosio è causata dalla mancanza di un enzima (lattasi) nel tuo corpo, quindi il lattosio non può essere digerito: un'allergia al latte è il tuo corpo che genera una risposta immunitaria a determinate proteine ​​del latte, ma non ne suggerisce alcuna deficit enzimatico.

Di solito, il medico eseguirà un test del respiro all'idrogeno per confermare una diagnosi di intolleranza al lattosio. Quando ti manca l'enzima lattasi, non puoi digerire il lattosio (il che significa che non puoi assorbire il lattosio, poiché è una pre-digestione "troppo grande" - questo e il rilascio di energia sono gli obiettivi del catabolismo). Ciò si traduce in lattosio seduto dopo il consumo (non ci sono enzimi disponibili per fenderlo per il trasporto), dove inizia a fermentare nel microbiota intestinale. La digestione batterica come questa produce prodotti di degradazione come metano, anidride carbonica e idrogeno (da qui il nome "test del respiro dell'idrogeno") e possiamo misurare questi gas man mano che salgono per sfuggire Tratto gastrointestinale. Uno schema di base:

Hydrogen breath test

Alcune persone non mostrano risposte convenzionali al test del respiro con idrogeno, quindi un test del respiro con metano o un test combinato potrebbe essere più affidabile. In alternativa, i test del pH fecale possono essere utilizzati per mostrare irregolarità gastrointestinali come l'intolleranza al lattosio (il malassorbimento rende le feci acide). Si possono impiegare tecniche più invasive come il monitoraggio della glicemia o anche la biopsia intestinale per la quantificazione della disaccaridasi, sebbene la popolazione generale dei pazienti sia adatta per test non invasivi come quelli che richiedono solo respiro o feci e carta del pH.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...