Domanda:
Ci sono composti benefici nel fumo di sigaretta?
Jay K
2019-08-22 12:25:23 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Lo studio UKPDS 50 ha suggerito che i fumatori sperimentano tassi inferiori di retinopatia diabetica

In modo un po 'controintuitivo, l'abitudine al fumo era inversamente correlata allo sviluppo di nuove lesioni e alla progressione della retinopatia consolidata. È improbabile che questo risultato sia solo un caso a causa della forza dell'associazione. Tuttavia, è in contrasto con gran parte dell'epidemiologia pubblicata della retinopatia diabetica.

Potrebbero esserci ragioni abbastanza specifiche per l'effetto del fumo che descriviamo qui; forse l'associazione del fumo con la pressione sanguigna più bassa [36] potrebbe aver spiegato la riduzione univariata. La presenza dell'effetto nel modello multivariato suggerisce che potrebbe esserci un effetto indipendente, forse l'effetto farmacologico della nicotina stessa o di uno dei tanti altri composti attivi presenti nel fumo di tabacco. *
* Riferimenti: Solberg Y, Rosner M, Belkin M 1998) L'associazione tra fumo di sigaretta e malattie oculari. Surv Ophthalmol May-Jun 42 6): 535–47.
–– IM Stratton & EM Kohner et al .: "UKPDS 50: Fattori di rischio per incidenza e progressione di retinopatia nel diabete di tipo II oltre 6 anni dalla diagnosi ", Diabetologia, 2001) 44: 156–163.
Testo completo gratuito dell'articolo

Qualcuno è a conoscenza di eventuali composti potenzialmente terapeutici nel fumo di sigaretta?

(nota: non sto assolutamente suggerendo alle persone di fumare. Sto chiedendosi se - da qualche parte tra le 10.000 sostanze chimiche nocive nel fumo di sigaretta - potrebbe esserci una nuova classe di composti che potrebbero aiutare a curare le malattie, se fossero estratti / purificati / sintetizzati)

Quello che trovo interessante è che [* "Il fumo di sigaretta predice l'incidente del diabete di tipo 2, ma smettere di fumare porta a un rischio più elevato a breve termine." *] (Https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/ PMC5726255). Tuttavia, [* "tre anni dopo aver abbandonato questo rischio si era ridotto" *] (https://www.nhs.uk/news/diabetes/quitting-smoking-and-diabetes-risk/)
@ChrisRogers: Credo: cessazione del fumo> obesità> diabete (il tuo primo collegamento): "Il nostro studio suggerisce che i forti fumatori con evidenza di infiammazione sistemica che aumentano di peso sostanziale dopo aver smesso di fumare sono a più alto rischio di diabete. Studi precedenti hanno trovato un legame tra infiammazione e rapida deposizione di tessuto adiposo (20), ** obesità (soprattutto nei quitter) ** (21), resistenza all'insulina (22), metabolismo delle lipoproteine ​​(23) e omeostasi del glucosio (24). Anche il fumo pesante è un marker di nicotina esposizione. ** La sospensione della nicotina può portare ad un aumento dell'appetito e ad un eccessivo apporto calorico. "**
Qualcuno può convertire il collegamento PDF dalla domanda in un testo più ricercabile?
@Jan Fatto. O vuoi dire che il PDF non è testo ricercabile per te (è qui)?
Non riesco a cercare (CTRL + F) attraverso il pdf collegato e un altro: https://link.springer.com/content/pdf/10.1007/s001250051594.pdf. Potrebbe essere un problema da parte mia ... Comunque, gli HTML sono generalmente più facili da cercare. Comunque, bene individuare il riassunto.
@Jan Il PDF non è ricercabile perché contiene solo una resa grafica del testo. Come se le pagine fossero scansionate, per esempio. Non c'è testo nel documento.
Posso cercare in altri PDF, ma non in questo. Nessun problema, ho passato.
@Jan Sì, è una questione di come il PDF è stato generato, quindi varierà da un PDF all'altro. È abbastanza comune incontrare PDF che non sono ricercabili, il che in realtà è un grosso problema per l'archiviazione dei dati, i motori di ricerca, ecc.
@CareyGregory Ma questo * è * ricercabile. Bene, se non uso Adobe Acrobat Reader, quello è. * Tutti * gli altri motori di rendering funzionano. Forse provare Foxit, PDFExpert, Preview ecc.? (È solo rotto in GS_PDF_ProcSet e di nuovo in Type1CParser; un reflow dovrebbe risolverlo).
@Jan La versione fissa è qui https://gofile.io/?c=2yfrKX ricercabile in Acrobat Reader ...
Ho appena notato: chi è chi e chi riceve il ping quando OP è Jan e il commentatore è Jan? ;)
Ho già ricercato la risposta a questa domanda. Ho inserito la mia ricerca su questa domanda di seguito. Sono molto interessato a sentire cosa ne pensi. ------------ La nicotina è un componente del fumo di sigaretta. La nicotina promuove l'angiogenesi in laboratorio (1), anche nelle cellule endoteliali retiniche umane. (2) Tuttavia, sorprendentemente, il "fumo di sigaretta" inibisce l'angiogenesi in laboratorio (3) e studi epidemiologici suggeriscono che il fumo è effettivamente protettivo contro lo sviluppo di retinopatia diabetica proliferativa. ( 4) I composti pirazinici hanno dimostrato di essere inibitori molto potenti dell'angiogenesi
Ai due Jans: Potreste identificarvi in ​​qualche modo nelle vostre risposte e nei vostri commenti? Forse aggiungere qualcosa come [1 gennaio] e [2 gennaio]?
Ho cambiato il nome visualizzato del mio profilo in Jan K. Spero che questo aiuti
Due risposte:
#1
+4
Jan
2019-08-22 18:54:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In breve: in alcuni studi, il fumo era associato a un rischio ridotto di retinopatia solo nei soggetti con diabete di tipo 2, ma con un rischio maggiore in quelli con tipo 1. Nel diabete di tipo 2, la nicotina può aumentare ulteriormente i livelli di insulina, che può essere protettivo contro la retinopatia.

In questo studio UKPDS 50: Fattori di rischio per l'incidenza e la progressione della retinopatia nel diabete di tipo II a 6 anni dalla diagnosi ", Diabetologia, 2001) hanno trovato un'associazione tra diabetici retinopatia e:

  • Elevati livelli di glucosio nel sangue
  • Ipertensione
  • Non fumare

Gli autori di lo studio concludeva:

In modo un po 'controintuitivo, l'abitudine al fumo era inversamente correlato allo sviluppo di nuove lesioni e alla progressione della retinopatia consolidata. È improbabile che questo risultato sia solo un caso a causa della forza dell'associazione. Tuttavia, è in contrasto con gran parte dell'epidemiologia della retinopatia diabetica pubblicata.

Studi con associazione lieve o assente tra fumo e retinopatia diabetica:

Diabete, 1977: "Il numero di pazienti con retinopatia proliferativa è aumentato di spirito h aumentare il consumo di tabacco. "

American Journal of Epidemiology, 1983:" Questi dati suggeriscono che non esiste un rischio eccessivo di retinopatia nei fumatori o negli ex fumatori se confrontati con quelli che mai fumato. "

Diabetes Research, 1985:" Il fumo di sigaretta era correlato alla retinopatia negli uomini ma non nelle donne. "

Diabetologia, 1986: "La retinopatia proliferativa era presente nel 12,5% dei fumatori e nel 6,8% dei pazienti non fumatori [con diabete di tipo 1]."

Diabetes Care, 1991: "È improbabile che il fumo sia un importante fattore di rischio per la retinopatia diabetica."

Ophtalmology, 1996 "Il fumo di sigaretta non è un fattore di rischio per l'incidenza a lungo termine della retinopatia."

Karger, 2013: " Non abbiamo riscontrato un effetto benefico né dannoso del fumo sull'incidenza a lungo termine "[nel diabete di tipo 1].

Diabetes Care, 2012, Diabetes Care, 2017, BMJ, 2017: non menzionano nemmeno il fumo come fattore di rischio.

Studi con associazione negativa tra fumo e retinopatia diabetica:

American Journal of Epidemiology, 1983: "Nei partecipanti con diagnosi prima dei 30 anni, il rischio relativo per la presenza di retinopatia nei fumatori rispetto a coloro che non avevano mai fumato erano 1,06 (limiti di confidenza al 95% (CL) 0,97-1,18); nei partecipanti con diagnosi di 30 anni o più era 0,89. "

Una meta analisi in Endocrine, 2018: "Confrontando con i non fumatori, il rischio di retinopatia diabetica è aumentato significativamente nei fumatori con diabete di tipo 1 mentre diminuisce significativamente sed in fumatori con diabete di tipo 2. "

Possibile spiegazione: nello studio menzionato nella domanda UKPDS 50 e nel meta analisi 2018, il fumo era associato negativamente alla retinopatia solo in soggetti con diabete di tipo 2. Nel diabete di tipo 2 con livelli elevati di insulina, la nicotina potrebbe aumenta i livelli di insulina ( Circulation, 1996), che potrebbe essere protettivo contro la retinopatia ( Cell Metabolism, 2014, Fig. 1):

enter image description here

Una parte della fisiopatologia della retinopatia diabetica è che il glucosio in eccesso viene convertito in sorbitolo, che è intrappolato nelle cellule della retina e le danneggia ( Hindawi). Le pirazine, che compaiono come additivi nel tabacco, possono stimolare l'eliminazione del sorbitolo convertendolo in fruttosio; possono anche abbassare la glicemia e aumentare i livelli di insulina ( Metabolismo, British Journal of Pharmacology), il che può aiutare a prevenire la retinopatia. Il fieno greco è ricco di pirazina ( PubChem).

In una revisione sistematica dei medicinali erboristici cinesi, inclusi quelli con pirazina, gli autori non sono stati in grado di trarre alcuna conclusione sulla loro efficacia nella retinopatia diabetica ( Cochrane, 2018).

Tetrametilpirazina (Ligustrazina)

Studi sui potenziali benefici della tetrametilpirazina sulla retina.

Non ho ancora avuto il tempo di esaminarlo, ma quante pirazine * possono * i fumatori ingerire attraverso il fumo in relazione ai "dosaggi rivisti da Chochrane si sono rivelati inconcludenti"? Rispetto alla quantità di nicotina e altre cose nel fumo, deve essere una quantità * abbastanza * piccola? E quale esattamente, dato che questa è una classe composta, di cui scommetto che non tutti i membri sono uguali? (ma attualmente sto per iniziare a chiedermi se anche l'acido ascorbico sia un additivo ...;)
@LangLangC, nessuno degli studi menzionati finora in questo thread o in altri ho potuto trovare menzionare dosi o livelli ematici di pirazina. Inoltre, finora non abbiamo trovato prove dell'efficacia della pirazina, quindi non sappiamo quale sia la "dose efficace". Credo che il primo passo successivo in questa ricerca sia trovare le prove che rafforzeranno (o ridimensioneranno) la possibilità di una relazione causa-effetto tra fumo e retinopatia.
@Jan Grazie per l'ottimo lavoro su questa domanda. Potrei incoraggiarti a dare un'occhiata alla sezione "4.2 Tetrametilpirazine (TMP)" in questo documento? http://downloads.hindawi.com/journals/omcl/2017/9080869.pdf Dalla mia ricerca su questa domanda (negli ultimi anni), la tetrametilpirazina tende ad essere il derivato della pirazina con il maggior numero di prove.
Scriverò una nuova domanda per esplorare in modo specifico il meccanismo attraverso il quale le pirazine influenzano l'angiogenesi.
@JanK Hindawi menziona un effetto protettivo della tetrametilpirazina (TMP) sulle cellule endoteliali nel contesto dell'iperglicemia. Ho aggiunto alcuni studi su TMP e retina. Suggerirei anche di cercare sostanze che inibiscono l'enzima aldol reduttasi, che converte il glucosio in sorbitolo, e sostanze che accelerano la conversione del sorbitolo in fruttosio (TMP è in realtà una di queste).
#2
+3
Jay K
2019-08-23 09:07:13 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho già cercato la risposta a questa domanda. Ho inserito la mia ricerca su questa risposta di seguito. Mi interessa molto sapere cosa ne pensi.


La nicotina è un componente del fumo di sigaretta. La nicotina promuove l'angiogenesi in laboratorio (1), anche nelle cellule endoteliali retiniche umane. (2) Tuttavia, sorprendentemente, il "fumo di sigaretta" inibisce l'angiogenesi in laboratorio (3) e studi epidemiologici suggeriscono che il fumo è effettivamente protettivo contro lo sviluppo di retinopatia diabetica proliferativa. ( 4)

I composti pirazinici hanno dimostrato di essere inibitori molto potenti dell'angiogenesi e della crescita delle membrane corioallantoiche (CAM). Le CAM sono membrane vascolari che si trovano nelle uova di uccelli e rettili, che è analoga alla placenta dei mammiferi. (5, 6)

La foglia di tabacco contiene livelli molto bassi di pirazine e contiene i precursori della formazione di pirazina. Dopo la tostatura della foglia di tabacco, i livelli di pirazine aumentano drasticamente mentre i livelli di amminoacidi nella foglia diminuiscono simultaneamente. (7) Le pirazine comprendono una frazione molto piccola del condensato del fumo di sigaretta in peso (5-50µg / sigaretta). (7 )

Documenti interni ottenuti tramite contenzioso rivelano che i produttori di sigarette hanno aggiunto alle sigarette una gamma di composti non nicotinici inizialmente denominati "Super-succo" dal 1976 circa. (8) I produttori hanno rivelato che la pirazina i composti sono attualmente 10 dei 599 ingredienti nelle sigarette. Questi composti hanno fornito agli utenti che fumano sigarette "leggere" il profilo aromatico delle sigarette ad alto contenuto di catrame. Le pirazine possono aumentare la morbidezza percepita delle sigarette, aumentando la tollerabilità dell'irritazione delle vie respiratorie durante il consumo. Inoltre, i composti pirazinici potevano avere effetti chemiosensoriali complessi che sembravano influenzare il "comportamento appreso" dei consumatori, promuovendo e migliorando l'accettazione da parte dei consumatori e l'uso continuo.

Ad oggi, 106 pirazine si trovano nel tabacco o nel fumo di tabacco, e il 40% di queste pirazine si trova in entrambi. (7)

L'effetto della nicotina e della pirazina sulla crescita endoteliale e sulla sopravvivenza è stato confrontato, confermando che la nicotina agisce come un fattore di crescita per le cellule endoteliali e la pirazina agisce come un fattore di morte per le cellule endoteliali. È stato scoperto che i seguenti composti inibiscono la crescita delle cellule endoteliali: 2-etilpiridina, 3-etilpiridina e pirazina. (9)

Un componente del fumo di sigaretta 2,3,5,6-tetrametilpirazina (anche nota come ligustrazina, utilizzata nella fitoterapia cinese), è stata sottoposta a una valutazione farmacocinetica. (10) È emerso che la tetrametilpirazina viene rapidamente assorbita dalla mucosa nasale nella circolazione sistemica e quindi attraversa la barriera ematoencefalica (BBB) ​​per raggiungere la corteccia cerebrale.

Nel 2005, un gruppo ha scoperto accidentalmente che vari composti con una spina dorsale pirazina-piridina sono potenti inibitori del recettore del fattore di crescita endoteliale vascolare-2 (VEGFR2). (11)

Pertanto, isolatamente la nicotina promuove l'angiogenesi delle cellule endoteliali retiniche parzialmente tramite la via VEGF. Tuttavia, il fumo di sigaretta non contiene solo nicotina ma anche composti pirazinici che antagonizzano i recettori VEGF, inibendo potentemente la spinta angiogenica della nicotina.

Graphic representatin of the Maillard Browning reaction in the formation of pyrazines

Riferimenti

  1. Ma X, Jia Y, Zu S, et al. alfa5 Il recettore nicotinico dell'acetilcolina media l'espressione di HIF-1alfa e VEGF indotta dalla nicotina nel cancro del polmone non a piccole cellule. Tossicologia e farmacologia applicata 2014; 278: 172-179.
  2. Dom AM, Buckley AW, Brown KC, et al. Il recettore dell'acetilcolina α7-nicotinica e il percorso MMP-2 / -9 mediano l'effetto proangiogenico della nicotina nelle cellule endoteliali retiniche umane. Investigative Ophthalmology & Visual Science 2011; 52: 4428-4438.
  3. Michaud SE, Menard C, Guy LG, Gennaro G, Rivard A. Inibizione dell'angiogenesi indotta da ipossia mediante esposizione al fumo di sigaretta: compromissione della via HIF-1alpha / VEGF. Rivista FASEB: pubblicazione ufficiale della Federation of American Societies for Experimental Biology 2003; 17: 1150-1152.
  4. Stratton IM, Kohner EM, Aldington SJ, et al. UKPDS 50: Fattori di rischio per l'incidenza e la progressione della retinopatia nel diabete di tipo II a 6 anni dalla diagnosi. Diabetologia 2001; 44: 156-163.
  5. Ivnitski-Steele I, Walker MK. Inibizione della neovascolarizzazione da parte di agenti ambientali. Tossicologia cardiovascolare 2005; 5: 215-226.
  6. Melkonian G, Eckelhoefer H, Wu M, et al. La crescita e l'angiogenesi sono inibite in Vivo nello sviluppo di tessuti dalla pirazina e dai suoi derivati. Toxicological Sciences 2003; 75: 393-401.
  7. Rodgman A, Perfetti TA. The Chemical Components of Tobacco and Tobacco Smoke, Second Edition: CRC Press; 2016.
  8. Alpert HR, Agaku IT, Connolly GN. Uno studio sulle pirazine nelle sigarette e su come gli additivi potrebbero essere utilizzati per aumentare la dipendenza dal tabacco. Tobacco Control 2016; 25: 444.
  9. Yu R, Wu M, Lin S, Talbot P. I tossici per il fumo di sigaretta alterano la crescita e la sopravvivenza delle cellule di mammiferi coltivate. Scienze tossicologiche 2006; 93: 82-95.
  10. Meng D, Lu H, Huang S, et al. Farmacocinetica comparativa della tetrametilpirazina fosfato nel plasma di ratto e nel liquido extracellulare del cervello dopo somministrazione intranasale, intragastrica ed endovenosa. Acta Pharmaceutica Sinica B 2014; 4: 74-78.
  11. Kuo G-H, Prouty C, Wang A, et al. Sintesi e relazioni struttura-attività dei bieteroarili pirazina-piridina come inibitori del recettore 2 del fattore di crescita endoteliale vascolare innovativi, potenti e selettivi. Journal of Medicinal Chemistry 2005; 48: 4892-4909.

Molto interessato a ricevere i tuoi pensieri su questo. Grazie

È interessante. E confuso. Da ciò ne conseguirebbe che la nuova tendenza del ritorno ai prodotti del tabacco "biologici" "senza additivi" * - su questo - * eliminerebbe questo effetto positivo di un ingrediente altrimenti etichettato come "veleno"?
[Studio UKPDS 50] (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11270671) includeva solo soggetti con diabete di tipo 2; qui il fumo era associato a un minor rischio di retinopatia, analogamente a una [meta analisi del 2018] (https://diabetes.medicinematters.com/retinopathy/type-2-diabetes/the-association-of-smoking-and-risk- of-diabetic-retinopathy / 16116432), ma qui il fumo era associato a un rischio _aumentato_ nel tipo 1. Gli stessi autori dell'UKPDS 50 hanno affermato che i loro risultati sono _differenti_ rispetto alla maggior parte degli studi epidemiologici.
Ho aggiunto poche cose sulla pirazina in fondo alla mia risposta.
@LangLangC No, non è corretto. Le pirazine si formano attraverso la reazione di Malliard. Tutto ciò che serve per formare pirazine sono: aminoacidi + glucosio + calore. Le pirazine sono ovunque. Se il cibo diventa marrone quando è cotto, allora ha formato pirazine. Le pirazine sono molto leggere e di facile odore. Sono l'odore del pollo arrosto. Sono l'odore del caffè tostato. Sono il profilo aromatico del vino rosso. Sono fragranze nel profumo. Il punto era che le aziende del tabacco hanno appena aggiunto PIÙ pirazine di quelle che si formerebbero naturalmente, per migliorare il sapore / esperienza associati al fumo.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...