Domanda:
Il mentolo ha un effetto terapeutico su muscoli e tendini doloranti o infiammati?
rumtscho
2015-09-16 22:20:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Uso un gel per il dolore muscolare dopo lo sport. I suoi principi attivi sono elencati come ibuprofene e levomentolo. La quantità di mentolo è sufficiente per sentire parecchio intorpidimento / bruciore per circa mezz'ora dopo l'applicazione.

L'ibuprofene è chiaro. Ma mi chiedevo del mentolo. Ha un effetto fisiologico diretto su muscoli e tendini doloranti? Ci sono prove che abbia sinergie con l'ibuprofene o che sia utile per gli stessi disturbi? Esiste un'indicazione medica per avere questa combinazione invece di fare un gel con solo ibuprofene?

Solo un altro fatto: molti di questi gel contengono anche la capsaicina insieme al mentolo. La capsaicina provoca la sensazione di bruciore (attivando i canali TRPV) e il mentolo provoca la sensazione di raffreddamento.
Una risposta:
#1
+10
Lucky
2015-09-17 06:31:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Esistono prove degli effetti analgesici del mentolo nella letteratura scientifica. È stato studiato sull'uomo e ha dimostrato di essere superiore al ghiaccio nell'indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata ; in uno studio clinico incrociato in triplo cieco controllato con placebo gel a base di mentolo ha ridotto acutamente il dolore nei soggetti con sintomi della sindrome del tunnel carpale. Nei topi il blocco dei canali Na voltaggio dipendenti dei neuroni gangliari della radice dorsale ha fatto luce sui potenziali meccanismi di azione analgesica.

Ecco le parti chiave di questi studi:

Un confronto tra mentolo topico e ghiaccio sul dolore, forza tetanica evocata e forza volontaria durante l'indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata ha dimostrato che:

Rispetto al ghiaccio, il mentolo topico- l'analgesico a base di analgesici ha diminuito in misura maggiore il disagio percepito e ha consentito la produzione di maggiori forze tetaniche. [...] Le variazioni della forza tetanica hanno illustrato un effetto principale significativo per i trattamenti (p<0.05; ES = 1.1) con l'analgesico topico a base di mentolo che consente una produzione di forza tetanica maggiore del 116,9% (89,4 N ± 60,7) rispetto al trattamento del ghiaccio (41,2 ± 43,6). [...] C'era una differenza significativa (p = 0,025; ES = 1,2) nella percezione del dolore con la scala VAS tra l'applicazione di ghiaccio e l'analgesico topico a base di mentolo. La percezione del dolore era del 63,1% inferiore con l'applicazione dell'analgesico topico (1,1 ± 0,4) rispetto al ghiaccio (3,1 ± 1,7).

In questo studio il mentolo è stato applicato come gel al 3,5% (Biofreeze ®) senza forza sostanziale o sfregamento durante l'applicazione.

Oltre alla sensazione di raffreddamento attribuita all'attivazione del canale TRPM8 in questo e altri studi, un altro studio ( Sollievo dal dolore al mentolo attraverso l'inattivazione cumulativa del sodio voltaggio-dipendente canali) ha testato l'ipotesi che il mentolo potesse bloccare i canali Na con controllo di voltaggio:

I risultati indicano che il mentolo inibisce i canali Na + in modo dipendente dalla concentrazione, dalla tensione e dalla frequenza. Il mentolo ha promosso stati di inattivazione rapidi e lenti, causando una depressione dipendente dall'uso dell'attività del canale Na +. Nelle registrazioni current clamp, il mentolo ha inibito l'attivazione a stimolazione ad alta frequenza con effetti minimi sulla normale attività neuronale. Abbiamo scoperto che basse concentrazioni di mentolo causano analgesia nei topi, alleviando il dolore prodotto da una tossina che colpisce il canale Na +. Concludiamo che il mentolo è un bloccante selettivo dello stato dei canali Na + sensibili a Nav1.8, Nav1.9 e TTX, indicando un ruolo del blocco del canale Na + nell'efficacia del mentolo come composto analgesico topico.

Effetto acuto del mentolo topico sul dolore cronico nei mattatoi con sindrome del tunnel carpale: prova in triplo cieco, randomizzata controllata con placebo:

Gel topico contenente il mentolo ha portato a una riduzione acuta del 31% (1,3 punti su 0-10 VAS) del dolore cronico associato alla sindrome del tunnel carpale e la variazione assoluta dei sintomi del dolore tra mentolo topico e placebo è stata di 1,2 corrispondente a una dimensione dell'effetto moderata


Nelle monografie ufficiali si può trovare prevalentemente olio di menta piperita ( Menthae piperitae aetheroleum ), ma poiché la letteratura afferma che il mentolo è il suo ingrediente principale (30-55% [WHO ]) potremmo presumere che abbia un ruolo negli effetti dell'olio.

Uso tradizionale, indicazione 2:

Per il sollievo sintomatico del dolore muscolare localizzato

Usi supportati da dati clinici

Internamente per il trattamento sintomatico della sindrome dell'intestino irritabile (15-20) e disturbi digestivi come flatulenza e gastrite (21-23). Esternamente per il trattamento di mialgia e mal di testa (21, 24-27)

(enfasi mia)

La Commissione E ha approvato l'uso interno dell'olio di menta piperita per il disagio spastico del tratto gastrointestinale superiore e dei dotti biliari, colon irritabile (in capsule a rivestimento enterico), catarri delle vie respiratorie e infiammazione della mucosa orale; e uso esterno per mialgia e nevralgie.

ESCOP [...] Il suo uso esterno è indicato per tosse e raffreddore, disturbi reumatici , prurito, orticaria e dolore in condizioni di pelle irritabile (ESCOP, 1997).

* Per mostrare la mancanza di pregiudizi: non una monografia ufficiale, ma una risorsa rispettata, PDR for Herbal Medicines elenca uso di olio di menta piperita come analgesico nella mialgia e nevralgia come "usi non dimostrati".



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...