Domanda:
Il vantaggio degli anchilostomi? Possibile trattamento per l'asma?
Pills N Pillows
2017-03-29 17:14:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Stavo ascoltando l'episodio "Hookworm" sul podcast "Stuff You Should Know" e, come commento tangenziale, hanno detto che gli scienziati teorizzano che gli anchilostomi possano offrire un'altra opzione di trattamento (o cura?) per l'asma.

In che modo esattamente gli scienziati pensano che gli anchilostomi possano effettivamente portare benefici a chi soffre di asma? Come hanno sviluppato questa idea?

In cosa consiste il trattamento sperimentale? Inseriscono anchilostomi nei pazienti?

E questo è ufficialmente il secondo post contenente il tag hookworm. Credo di essermi sbagliato;)
dal momento che stai cercando modi alternativi per curare l'asma, forse prova la terapia con succhi di frutta; sui parassiti dei vermi, però, ho sentito una volta da un collega che aveva un'allergia che è andata via perché aveva la tenia, almeno questo è quello che pensa
Una risposta:
#1
+4
LаngLаngС
2017-11-10 19:52:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sì. Ci sono ragioni scientifiche e trattamenti che coinvolgono vermi e allergie o altri disturbi del sistema immunitario. Ma i risultati non sono eccessivamente conclusivi e ancora poco studiati.

Questo si basa sulla cosiddetta ipotesi igienica in immunologia.

Versione breve di questa: la nostra il sistema immunitario si è evoluto in un mondo pieno di sporcizia e germi in cui doveva essere piuttosto aggressivo contro tutte quelle minacce e invasioni per mantenere in vita i nostri antenati. Negli ultimi anni - da Leuwenhoek, Semmelweiss, Lister, Koch e Pasteur - abbiamo imparato questo e come i germi potrebbero farci ammalare e abbiamo cercato di sradicarli tutti. O almeno tenerli lontani da noi per limitare il pericolo di contrarre infezioni.

Ciò si tradurrebbe teoricamente in un ragionamento molto semplice: cercare di eliminare tutti i germi o migliorare l'igiene garantisce una popolazione molto più sana in tutto il bordo. Ma il problema osservato era che le allergie stavano raggiungendo dimensioni inaudite nonostante gli ambienti di vita diretti diventassero sempre più puliti. Cioè, nelle società modernizzate o occidentali le allergie sono diventate molto diffuse. Nelle nazioni meno sviluppate l'aumento delle allergie è stato visto come molto meno pronunciato.

L'ipotesi è ora che la mancanza di minacce effettive e di un "addestramento adeguato" stia dirigendo il sistema immunitario ad attaccare sostanze altrimenti piuttosto benigne (come polline) o anche i propri tessuti (disturbi autoimmuni). Riportando questo processo dalla testa ai piedi, è stato quindi provato se un'infestazione deliberata con anchilostomi un tempo molto comuni potesse alleviare i sintomi dei malati. E a quanto pare a volte lo ha fatto.

Oltre ad essere ancora molto promettente, ci sono degli svantaggi nelle sue applicazioni. Gli effetti sembrano dipendere piuttosto pesantemente dall'esposizione della prima infanzia e diminuire con l'età. Avere un verme non è molto divertente e, naturalmente, una volta che i vermi hanno "modulato il sistema immunitario" devi sottoporti a cure per sbarazzartene di nuovo (il che potrebbe causare una serie impressionante di effetti collaterali da solo; esempio).

E mentre l'uso eccessivo di alcuni agenti igienici, come disinfettanti e antibiotici, è certamente un problema, ridurre radicalmente l'igiene o anche introdurre infezioni deliberate di qualsiasi tipo sembra un problema facile inferenza - e uno stupido pazzo escrementi di pipistrello in cima. È complicato e stiamo ancora cercando di capire gran parte delle basi.

Qui vengono presentate buone panoramiche: Terapia contro i vermi. Perché i parassiti possono essere buoni per te e Salute di anchilostoma e Istinto intestinale: il miracolo dell'anchilostoma parassita.

Anche se c'erano le prime speculazioni su questo provenivano da medici marginali russi molti decenni fa ed erano emerse nella scienza occidentale negli anni settanta, l'ipotesi si concretizzò davvero con febbre da fieno, igiene e dimensioni della famiglia e decollò dopo la riunificazione tedesca prevista una corroborazione quasi sperimentale davvero ampia per questo.

Un'altra parola per questo è terapia elmintica. L'intero concetto è ora anche in gran parte sostituito (o perfezionato?) Con l ' ipotesi di Old Friends, inclusi batteri e persino virus. Questo presenta una visione di "noi" molto più ri equilibrata, prendendo per esempio anche tutto il nostro microbioma in considerazione e non solo alcuni "attori chiave" come l'anchilostoma in questione.

Più aggiornati e in una formulazione più scientificamente costruita rispetto alle grossolane semplificazioni di cui sopra sono questi documenti:

Interazioni tra parassiti elminti e allergia (2009)

Le infezioni da elminti hanno forti effetti modulatori sulle risposte infiammatorie antiparassitarie nell'ospite umano, ma non è chiaro se gli elminti possano influenzare le risposte infiammatorie allergiche agli aeroallergeni. Le infezioni da elminti sono state associate sia a una ridotta prevalenza che a una maggiore prevalenza di atopia e malattia atopica in diverse popolazioni. È probabile che gli effetti di regolazione immunitaria degli elminti tissutali siano più forti di quelli dei geo-elminti. Sono necessarie ulteriori ricerche in studi prospettici osservazionali e di intervento per affrontare la questione della causalità. Una comprensione dei meccanismi mediante i quali i parassiti elminti modulano la risposta infiammatoria allergica dell'ospite può portare allo sviluppo di nuovi interventi antinfiammatori. La dimostrazione di un'associazione causale tra alcuni parassiti elminti (in particolare geo-elminti e toxocariasi che hanno una distribuzione mondiale) e un aumentato rischio di asma potrebbe portare a programmi di trattamento antielmintico in popolazioni considerate ad alto rischio.

The Hygiene Hypothesis and Its Sconvenient Truths about Helminth Infections (2016)

Le attuali iterazioni dell'ipotesi dell'igiene suggeriscono un ruolo adattativo per i parassiti elminti nella formazione la corretta maturazione del sistema immunitario. Tuttavia, alcuni aspetti di questa ipotesi si basano su ipotesi che potrebbero non spiegare completamente le realtà sulle infezioni da elminti umani. Tali realtà includono prove di associazioni causali tra infezioni da elminti e asma o malattie infiammatorie intestinali, nonché il fatto che le infezioni da elminti rimangono diffuse negli Stati Uniti, specialmente tra le popolazioni a maggior rischio di malattie infiammatorie e autoimmuni.

Ciò significa che i parassiti sono ben noti per essere in grado di modulare la risposta del sistema immunitario. Ma questo non si traduce in effetti comprovati, sempre benefici. Può anche andare molto storto e in realtà peggiorare qualsiasi condizione associata. Non sappiamo con certezza come lo facciano i parassiti. Non sappiamo con certezza quali parassiti potrebbero essere buoni o cattivi per cosa. Non sappiamo con certezza se sia necessaria un'esposizione precoce (in giovane età), dove gli effetti osservati sembrano più forti, e quindi un trattamento per gli adulti molto meno efficace. Avere parassiti non è molto piacevole, solo copiare il loro meccanismo sembra molto più promettente.

Un'ipotesi alternativa interessante emersa di recente per spiegare l'aumento delle malattie infiammatorie è una teoria della "deplezione del bioma". Ciò suggerisce che la malattia infiammatoria potrebbe essere dovuta a una perdita della diversità delle specie o all'alterazione della composizione del microbioma commensale all'interno del corpo umano.

Gli immensi dati contrastanti sui benefici rispetto ai danni degli elminti vivi come modalità terapeutica per la data giustifica ulteriori domande sull'utilità di ulteriori studi clinici sull'uomo. Pertanto, dirigere la ricerca e le sperimentazioni future verso molecole immunomodulatorie derivate da elminti consente terapie più sicure e meglio descritte che potrebbero alleviare la sofferenza delle condizioni autoimmuni senza il rischio commisurato di un'infezione parassitaria. In effetti, lo scopo dei modelli animali sperimentali dovrebbe essere quello di sviluppare nuovi trattamenti che imitino gli effetti degli elminti senza richiedere la presenza di parassiti nell'ospite.

Terapia con elminti umani per il trattamento dell'infiammazione disordini: a che punto siamo? (2015)

Gli elminti parassiti si sono evoluti insieme al sistema immunitario dei mammiferi nel corso di molti millenni e come tali sono diventati modulatori notevolmente efficienti per promuovere la propria sopravvivenza. La loro capacità di alterare e / o sopprimere le risposte immunitarie potrebbe essere benefica per l'ospite aiutando a controllare le risposte infiammatorie eccessive e modelli animali e studi pre-clinici hanno tutti suggerito un effetto benefico delle infezioni da elminti su condizioni infiammatorie intestinali, SM, asma e atopia. Pertanto, la terapia con elminti è stata suggerita come possibile metodo di trattamento per malattie autoimmuni e altri disturbi infiammatori negli esseri umani.

Soprattutto in relazione all'asma: Terapia elmintica di & per l'asma. Prove per l'uso della terapia elmintica per il trattamento dell'asma.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...