Domanda:
Monitoraggio della pressione sanguigna e cancro al seno
Shlublu
2015-04-27 15:02:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Anche se non si fa menzione di questo nelle linee guida di pronto soccorso della squadra francese, gli istruttori, i capi delle squadre e i medici ci istruiscono tutti a non monitorare la pressione sanguigna 1 sup > di una vittima che ha o ha avuto un cancro al seno al braccio situato sul lato dell'area interessata.

Quindi non lo facciamo mai, ma perché? Non ho trovato una spiegazione chiara durante la ricerca (ma molti forum o discussioni affermano tutti la stessa cosa).


1- Usiamo uno sfigmomanometro aneroide manuale o un monitor multiparametrico. Entrambi usano un bracciale per bicipiti.

Una risposta:
#1
+8
Kenshin
2015-04-27 16:28:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

A molti pazienti a cui è stato diagnosticato un cancro al seno vengono rimossi i linfonodi ascellari.

Uno dei ruoli principali del sistema linfatico è quello di assistere il drenaggio del fluido extracellulare nel dotto toracico e, infine, nel flusso sanguigno. Pertanto, quando i linfonodi ascellari vengono rimossi, c'è il rischio di sviluppare linfodema (gonfiore) nel braccio corrispondente. Ciò espone il braccio a un rischio maggiore di infezione.

Quando al braccio viene applicato un bracciale per la pressione sanguigna, la pressione del bracciale può inibire ulteriormente il drenaggio del fluido extracellulare nel braccio, aumentando il rischio che la paziente sviluppi linfodema.

Pertanto, come misura precauzionale, non è consigliabile utilizzare un bracciale per la pressione sanguigna sul braccio del lato colpito dal cancro al seno.

Si raccomanda inoltre di non somministrare iniezioni e di non prelevare sangue dal braccio interessato. Questo perché la rimozione dei linfonodi ascellari comporta un maggior rischio di infezione in quel braccio.

Riferimenti:

  1. Petrek JA, Pressman PI, Smith RA . Linfedema: problemi attuali nella ricerca e nella gestione. CA Cancer J Clin. 2000 settembre-ottobre; 50 (5): 292-307. quiz 308-211.

  2. Loudon L, Petrek J. Linfedema in donne trattate per cancro al seno. Cancer Pract. 2000 marzo-aprile; 8 (2): 65-71.

  3. Misure preventive per il linfedema: separare i fatti dalla finzione

Buona risposta! Le risposte senza riferimenti (non difficili da trovare), tuttavia, sono come lunghi commenti. La modifica dei riferimenti lo renderebbe una risposta ancora migliore! Grazie. :)
Grazie! 3. tende a mitigare piuttosto che a sostenere. È per questo che spieghi che si tratta di una misura precauzionale?
@Shlublu, sì, perfetto. Non ci sono molte prove che ci sarà un aumento del linfodema, ma ho descritto il ragionamento alla base della pratica come misura precauzionale.
È ancora meglio così. "Perché" è una cosa, ma "ecco perché, e qui ci sono i confini" è molto più interessante.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...