Domanda:
"I polmoni dei fumatori" sono una bugia?
Carey Gregory
2015-09-06 02:29:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Probabilmente abbiamo visto tutti le foto dei polmoni dei fumatori rispetto a quelli dei non fumatori. Ad esempio:

enter image description here

Queste immagini sono comunemente utilizzate nei materiali antifumo, almeno negli Stati Uniti, e non ho mai avuto farli interrogare. Tuttavia, questo ragazzo afferma che le immagini sono una bugia. Cita fonti apparentemente credibili per la sua affermazione, come queste:

"Dr. Duane Carr - Professore di Chirurgia presso l'Università del Tennessee College of Medicine, ha affermato: "Il fumo non scolorisce i polmoni".

Il Dr. Victor Buhler, patologo presso il St. Joseph Hospital di Kansas City: “Ho esaminato migliaia di polmoni sia grossolanamente che microscopicamente. Non posso dirti dall'esaminare un polmone se il suo precedente ospite avesse fumato o meno. " fonte

Dr. Sheldon Sommers, Patologo e Direttore dei Laboratori al Lenox Hill Hospital, a New York: “… non è possibile grossolanamente o microscopicamente, o in qualsiasi altro modo a me noto, distinguere tra il polmone di un fumatore o un non fumatore. L'annerimento dei polmoni è dovuto alle particelle di carbonio e il tabacco da fumo non introduce particelle di carbonio nel polmone ". fonte

L'autore crede in modo militante che i fumatori vengano trattati in modo ingiusto e quindi ha chiaramente un'agenda che abbassa la sua credibilità. Trovo anche difficile credere che migliaia di patologi e chirurghi toracici consentirebbero silenziosamente a distorsioni così evidenti di rimanere incontrastate anche se ritengono che il "fattore di paura" renda giustificabile la menzogna.

Tuttavia, trovo sorprendente che non riesca a trovare prove convincenti per dimostrare che il blogger ha torto. Non riesco a trovare fonti credibili che confermino l'aspetto nero dei polmoni dei fumatori, e tutte le foto che trovo sono lo stesso piccolo insieme di immagini riciclate così tante volte che è impossibile sapere da dove provenissero originariamente. Ho anche confermato che è vero che i fumatori sono accettati come donatori di polmoni, e sembra difficile credere che sarebbe il caso se fossero regolarmente danneggiati in modo così grave come sembrano essere in queste immagini.

Quindi la mia domanda è: i polmoni dei fumatori sono visibilmente e regolarmente anneriti e / o scoloriti in assenza di malattie polmonari?

Che domanda interessante!
Ho letto che c'è persino una differenza nel colore dei polmoni dei non fumatori tra coloro che hanno vissuto la maggior parte della loro vita nelle aree rurali e nelle città (e non stiamo parlando di città come Pechino qui, solo città normali come Londra).
@CountIblis Sarei felice di vederlo come una risposta se riesci a trovare i riferimenti. Potrebbe essere solo una risposta parziale, ma parziale va bene.
Sono andato a un campo estivo medico quando un paio di anni fa e hanno perso un polmone normale e un polmone da fumatore. I polmoni erano decisamente reali e il polmone del fumatore era nero e non aveva l'aspetto sano del polmone normale.
Due risposte:
#1
+23
anongoodnurse
2015-09-17 00:56:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quindi la mia domanda è: i polmoni dei fumatori sono visibilmente e regolarmente anneriti e / o scoloriti in assenza di malattie polmonari?

L'ultima frase è complicata, perché i fumatori che hanno una pigmentazione pesante rischiano di avere una malattia polmonare.

Non è un mito che i fumatori abbiano la pigmentazione nera nei polmoni, ma trovare prove di una grave patologia sotto forma di immagine è difficile.

Ecco una diapositiva da MedicineNet

enter image description here

Questo è grossolano (visibile a occhio nudo) e si può vedere la pigmentazione scura nella regione delle bolle enfesematose.

Ciò che non è difficile da trovare sono i vetrini istopatologici, e molti di loro mostrano pigmento- macrofagi carichi nei polmoni del fumatore:

enter image description here

Anche se questo è stato preso dalla stessa pagina, questo tipo di diapositiva è presente in documenti di molti diversi autori.

enter image description here enter image description here

In un American Journal of Surgical Pathology sulla bronchiolite respiratoria,

È stata trovata una correlazione tra il grado di pigmentazione citoplasmatica dei macrofagi e il numero di pacchetti-anno fumati e anche tra la presenza di fibrosi peribronchiolare e il numero di pack anni. Non è stata trovata alcuna correlazione tra i risultati dei test di funzionalità polmonare e i risultati patologici. ... Sono stati riscontrati cinque casi di variante [Bronchiolite respiratoria] che assomigliava a RB tranne che per il citoplasma dei macrofagi mancava il pigmento. Tutto si è verificato in non fumatori e il loro significato è sconosciuto.

E ancora in un altro articolo sulla RB nei giovani fumatori,

La bronchiolite respiratoria è una lieve reazione infiammatoria comunemente osservata nei fumatori di sigarette asintomatici. Abbiamo esaminato 18 casi di malattia polmonare interstiziale associata a bronchiolite respiratoria (RB / ILD), che erano stati diagnosticati sulla base della valutazione clinica e della biopsia a polmone aperto. Tutti i pazienti erano fumatori di sigarette. La distribuzione per sesso dei pazienti era approssimativamente uguale e la loro età media era 36 anni . La radiografia del torace mostrava infiltrati reticolari o reticolonodulari nel 72% dei pazienti. Istologicamente, infiammazione dei bronchioli respiratori, riempimento dei lumi bronchiolari e degli alveoli circostanti con macrofagi finemente pigmentati ...

Infine, ho parlato con un medico legale della contea impiegato patologi che hanno affermato senza esitazione che una forte pigmentazione era presente grossolanamente nei forti fumatori e che senza sapere se una persona era un fumatore o un non fumatore, erano in grado di prevedere con precisione chi era un forte fumatore. Inoltre, sono stato invitato a scattare foto di polmoni durante l'autopsia (passando attraverso i canali appropriati e con il permesso delle famiglie) di fumatori e non fumatori per autenticare la differenza (questo non aiuterà con la taglia, ovviamente).

Alla luce di tutto questo, non credo che ci sia una cospirazione medica sui polmoni dei fumatori che hanno l'aspetto che hanno.

Buona risposta. Devo chiedermi quali siano le citazioni pubblicate dal blogger.
#2
-3
Fredrik Eich
2017-12-29 01:10:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I polmoni sono molto efficienti nell'autopulizia perché devono esserlo! Non puoi cambiare i polmoni come puoi fare con un filtro per un aspirapolvere.

Pensaci, quanti fumatori hai visto con gengive e bocche nere? I denti e la lingua possono essere scoloriti dal tè, dal caffè e dal fumo di sigaretta, ma hai mai visto qualcuno con la pelle all'interno della bocca notevolmente scolorita?

Inoltre i polmoni dei fumatori vengono utilizzati per i trapianti di polmone e lì non è una prova che sia improbabile che riescano a superare il processo di screening, che includerebbe gli occhi sbarrati quando vengono rimossi dal donatore. Riesci a immaginare un professionista della salute che mette i polmoni anneriti in un contenitore e ci schiaffeggia un adesivo di un organo donatore?!?

http://www.independent.co.uk/life-style/health -e-famiglie / notizie-sulla-salute / fumatori-polmoni-utilizzati-nella-metà-dei-trapianti-9101647.html

L'industria antifumo è felice di continuare a ingannare le persone questo argomento perché è così che fanno i loro soldi. Immagino che il motivo per cui molte persone che sanno meglio non facciano nulla per correggere questo malinteso è semplicemente che pensano che se le persone smettono di fumare a causa di una piccola bugia bianca, allora così sia!

Sì, lo è mito che i fumatori hanno i polmoni neri! Probabilmente sarebbero tutti morti molto prima di poter diventare donatori di organi.

AGGIORNAMENTO: Ho trovato una citazione dalla testimonianza di prova di DUANE CARR, MD, 1 aprile 1970 [pm], WEAVER v. AMERICAN TABACCO

D: Quando apri un polmone e lo guardi, di 'alla giuria se puoi o meno distinguere, in senso cromatico o meno, tra il polmone di un fumatore e il polmone di un non fumatore? A: No, non c'è modo di sapere se un uomo fuma o no guardando i suoi polmoni.

È a pagina 7 qui

https : //www.industrydocumentslibrary.ucsf.edu/tobacco/docs/#id=nhnl0001

AGGIORNAMENTO 2: ho appena passato un paio d'ore a cercare di più aggiornato prove sull'argomento con poca fortuna (escluso il cestino non supportato scritto nelle colonne di notizie). Tuttavia, ho trovato questo studio in cui il carbonio sulla superficie polmonare è stato analizzato in 72 campioni di autopsia mediante analisi di immagini e ho trovato quanto segue:

Non abbiamo trovato un'associazione statisticamente significativa tra la superficie polmonare e i fumatori e i non fumatori

http://journals.plos.org/plosone/article/file?id=10.1371/journal.pone.0188237&type=printable

Sono solo 72 esemplari, ma mi aspetto che sia stato un processo lungo e costoso!

Ho difficoltà a concordare con il contenuto di questa risposta. Il tuo punto di vista su questo è abbastanza ovvio. Ma l'uso di riferimenti su questo argomento è molto lodevole. Se sei in grado di aggiornare la risposta con l'aiuto di [riferimenti affidabili] (https://health.meta.stackexchange.com/questions/783/quality-of-references) (controlla anche il commento sulla risposta sopra e punta a quelli più recenti rispetto alla tua trascrizione di prova) Voterò * nonostante * il mio disaccordo. Soprattutto il primo paragrafo con backup, se * soppesato * le risposte votate sarebbero una bella aggiunta.
Ti rendi conto che stai citando lo stesso ragazzo che l'oggetto della mia domanda ha citato per sostenere la sua posizione, giusto? E le citazioni provengono da un processo in un tribunale civile di 50 anni fa in cui il dottor Carr ha testimoniato a nome delle compagnie del tabacco e probabilmente è stato pagato da loro per farlo. Non considero la sua testimonianza una prova scientifica.
Prendo i tuoi punti ed è del tutto plausibile che il dottor Carr abbia fornito una falsa testimonianza, ma è altrettanto plausibile che non ne avesse bisogno.
L'articolo di PLOS citato è più differenziato. Gli autori fanno notare che non potevano stimare quanto le persone fumassero, quindi è probabile che alcuni fumassero occasionalmente o leggeri. In secondo luogo, l'inquinamento atmosferico da particolato a San Paolo è molto alto, il che probabilmente oscura l'effetto del fumo in questo particolare studio. Gli autori riconoscono anche che ci sono altre prove che il fumo aumenta il carico di carbonio nei polmoni. Come commento generale, nella scienza non puoi scegliere uno studio che supporti la tua visione, ma devi guardare a diverse linee di prova per l'intero quadro.
Non ho scelto quello studio perché supporta qualsiasi vista: era l'unico che sono riuscito a trovare! Se qualcun altro potesse trovare qualcosa di simile indipendentemente dalle sue conclusioni, sarebbe di grande aiuto. Non c'è dubbio che l'inalazione del fumo delle piante aumenterà la deposizione di carbonio ma, come affermato, i polmoni sono autopulenti, ad esempio i macrofagi. C'è un limite alla quantità di carbonio che può essere trattata, tuttavia, come si può vedere con la pneumoconiosi dei lavoratori del carbone. Ma il fumo delle piante e la polvere / fumo di carbone hanno proprietà molto diverse.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...