Domanda:
Rianimazione cardio meccanica per asistolia
Lysander
2016-05-22 19:20:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Abbiamo ottime macchine per scioccare un cuore a causa di vari malfunzionamenti.

Ma la mia comprensione è che l'unica "macchina" indicata per riavviare un cuore che si è completamente fermato ( cioè, "flat -lined") è la compressione manuale. Cioè, anche se sei un paziente in un centro traumatologico di livello 1, se sei in linea piatta, tutte le macchine vengono spinte da parte e una persona inizierà a spingere sul tuo petto sopra il tuo cuore per cercare di farlo iniziare. (E potresti provare l'adrenalina. Oh, e se sei davvero "fortunato" e hanno il petto squarciato, allora raggiungeranno e comprimeranno il cuore direttamente.) È esatto?

Se è così, non è strano? Spingere il cuore attraverso la gabbia toracica per farlo partire spontaneamente sembra come cercare di salvare qualcuno che sta annegando stando sulla riva e colpendolo con un bastone.

Possiamo stimolare elettricamente ogni muscolo a contrarsi. Capisco che un battito cardiaco funzionale richiede una serie di contrazioni coordinate . Un elettrocardiogramma può monitorare la sequenza delle contrazioni in un battito cardiaco funzionale. Perché non può (o qualcosa di simile) pompare indietro la corrente attraverso i suoi elettrodi per stimolare un battito cardiaco perfetto?

Oppure, se si potesse posizionare elettrodi arbitrari direttamente su un cuore, un dispositivo elettronico potrebbe costringerlo a battere - indefinitamente - quando è piatto? O c'è qualche motivo che non è tecnicamente o clinicamente fattibile?

Ancora una volta, sembra solo strano che quando il cuore si ferma l'attuale best practice sia fondamentalmente provare a "spingerlo" per iniziare.

Stai descrivendo un pacemaker. Proprio perché possiamo stimolare la bradicardia ma non l'asistolia è una buona domanda.
@Susan - Esatto, spero sia chiaro che questa è la mia domanda. Vale a dire, "Hai un'aritmia, fibrillazione o qualsiasi altro malfunzionamento del battito cardiaco? Nessun problema! Questa piccola scossa elettrica ti riporterà in carreggiata. Ma il cuore si è fermato del tutto? Tutto quello che possiamo fare fisicamente martella su di esso e vedere se decide di iniziare ancora!"
Il contrasto di interesse, a mio avviso, non è tra * defibrillazione * (per FV / TV) e sua mancanza (per asistolia) ma tra * stimolazione * (per bradicardia) e mancanza di essa (per asistolia). La defibrillazione depolarizza il muscolo per interrompere momentaneamente la conduzione e terminare un'aritmia - è ovvio perché questo non è utile per l'asistolia (cfr. [Perché la defibrillazione nell'asistolia ("linea piatta") è inutile?] (Http: //biology.stackexchange .com / q / 21212/9268)). Ma stimolazione ... Mi sono sempre chiesto esattamente quanto tempo deve essere la pausa prima che tu possa chiamarla "arresto cardiaco" e quindi non riesci a camminare.
(P.S. La RCP non dovrebbe generalmente convincere il cuore a ricominciare. Mantiene solo una parvenza di circolazione mentre si spera che venga offerto qualche altro intervento.)
@Susan I pacemaker * solo * per la bradicardia? Pensavo esistessero alcuni dispositivi impiantabili che potevano anche trattare la fibrillazione. In ogni caso, sarebbe fantastico chiedere a un cardiologo di pesare qui. Ad esempio, ci sono interventi chirurgici durante i quali il cuore viene fermato e successivamente riavviato: come? E tornando al caso del trauma: se hanno effettivamente la cavità toracica aperta e il cuore si ferma, perché lo comprimono manualmente invece di legare gli elettrodi di emergenza del "pacemaker" per stimolarlo attraverso un battito cardiaco perfetto? (Inoltre, se la RCP e l'adrenalina non risolvono l'asistolia, quale intervento può farlo?)
Penso che potremmo stare meglio in [chat] per tutto questo.
Una risposta:
#1
+5
Prodromos Regalides
2016-07-17 15:25:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

"Fornire" corrente elettrica al cuore non si traduce necessariamente in contrazioni meccaniche. L'accoppiamento eccitazione-contrazione (come viene ufficialmente chiamata la sequenza di attivazione elettrica di una contrazione muscolare), non è sempre una garanzia.

Un arresto cardiaco in molti casi rispecchia un grave malfunzionamento a livello delle microstrutture del cuore e un disordine biochimico in generale. Se non ripristini il pompaggio del cuore in pochi secondi o minuti (anche se questo è rozzo e dall'aspetto primitivo), il paziente potrebbe non solo morire, ma anche peggio potrebbe "vivere" con una funzione cerebrale gravemente depressa o completamente assente .

L'unico modo, un modo "moderno" aiuterebbe un cuore "fermo" è se qualche nano-dispositivo futuristico potesse essere impiegato rapidamente per correggere la microanatomia e la microfisiologia in pochi minuti, o sostituire e collaborare con le strutture native del paziente.

Tuttavia, primitivo ti può sembrare, le compressioni manuali esterne, se eseguite correttamente, possono fare la differenza (in grande percentuale) tra la vita e la morte.

L'approccio "corrente elettrica moderna" funziona per pazienti con gravi aritmie o problemi di conduzione. In questi casi la "parte meccanica" del cuore è intatta e si sostituisce solo la funzione elettrica di un sistema di conduzione problematico o di pacemaker naturali problematici.

Anche in questo caso, un posizionamento correttamente eseguito di un pacemaker temporaneo è un processo scomodo che può richiedere diversi minuti fino a quando non viene stabilito il posizionamento di successo (transcutaneo o transvenoso). Se il paziente è asistolico o quasi asistolico (assenza di pulsazioni), le compressioni "primitive" devono essere eseguite fino a quando il pacemaker non si avvia in modo sicuro.

A meno che non emerga uno sciame super potenziato di nanomacchine, in grado di navigare in sicurezza attraverso il corpo umano e correggere i problemi rapidamente ea volontà, nessuna "macchina sofisticata" sostituirà le compressioni manuali. In effetti, durante la rianimazione si sono dimostrati molto più preziosi della respirazione artificiale, il che si riflette nel cambiamento delle linee guida negli ultimi 15 anni.


Algoritmi per il supporto vitale cardiaco avanzato 2015

Trattamento acuto delle aritmie ventricolari sostenute

La ringrazio per la risposta! Se ti capisco correttamente: il cuore è un organo così durevole che ci vuole una grave interruzione per produrre asistolia, e quelle interruzioni * non * possono * essere semplicemente annullate anche da una sequenza complessa di stimoli elettrici artificiali? Immagino che ciò sia dovuto al fatto che l'asistolia si verifica solo se * il muscolo stesso è compromesso * - ad esempio, tramite infarto?
Questa è un'ottima risposta e credo che tu sia un cardiologo, ma abbiamo [una politica di richiedere referenze] (http://meta.health.stackexchange.com/questions/1/should-we-require-references -to-backup-tutte-le-risposte). L'aggiunta di riferimenti migliorerebbe molto questa risposta e renderebbe le informazioni molto più utili per questo sito e per Internet nel suo insieme. Grazie :)
@Lysander Sì, la risposta è che l'uso della corrente elettrica è vantaggioso solo in determinate circostanze nell'arresto cardiaco, ad esempio in un'aritmia chiamata fibrillazione ventricolare. In alcuni casi solo un tentativo brutale e forzato ripristinerà la funzione meccanica del cuore, abbastanza veloce da essere benefica per il paziente, cioè le compressioni meccaniche.
Quindi, una grossolana verifica di ciò che dico può essere trovata su https://www.acls.net/aclsalg.htm il sito di ACLS, e le ultime linee guida per la morte improvvisa della società europea di cardiologia in particolare alla sezione 4.4 http : //m.eurheartj.oxfordjournals.org/content/36/41/2793.full. Fornirò riferimenti più dettagliati la prossima volta.
Ho modificato quelle fonti nella tua risposta. Grazie.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...