Domanda:
Il caffè decaffeinato inibisce l'assunzione di ferro tanto quanto il caffè normale?
Turion
2015-04-04 18:09:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Apparentemente, il consumo di caffè può inibire l'assunzione di ferro e in alcuni casi è persino collegato all'anemia da carenza di ferro, come dice Wikipedia. Non mi è chiaro, tuttavia, come ciò avvenga. Nella pagina sugli effetti sulla salute della caffeina, non riesco a trovare nulla sull'anemia da carenza di ferro. Alcuni blog sulla salute affermano che sia la caffeina che altre sostanze inibiscono l'assunzione di ferro, ma non sono riuscito a trovare fonti affidabili (ad esempio diverse discussioni nei forum e schede informative come questa che sono state compilate da un'azienda che vende sostituti del caffè) ancora.

Quali sostanze nel caffè inibiscono l'assunzione di ferro a quale quantità, e il caffè decaffeinato è più vantaggioso sotto questo aspetto rispetto al caffè normale?

Una risposta:
#1
+7
Anna Zhilkova
2015-04-04 22:24:20 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il caffè inibisce l'assorbimento del ferro? La risposta sembra essere sì (vedi link e riferimenti di seguito). Così fa il tè. Si noti che questo non ha a che fare con la caffeina, ma piuttosto con i polifenoli, i fitati che si trovano in essi. Quindi, la mia risposta sarebbe che sia il caffè normale che il caffè decaffeinato inibiscono il ferro, ma non so se uno lo fa più dell'altro. Inoltre, se aggiungi latte al tuo caffè, anche questo potrebbe avere qualche effetto, perché il calcio inibisce l'assorbimento del ferro.

Dipende anche dal fatto che si tratti di ferro eme (principalmente da animali) o ferro non eme (da fonti vegetali, alimenti arricchiti con ferro). Questo è importante se si mangia principalmente una dieta vegetariana, perché l'assunzione raccomandata per il ferro non eme è 1,8 volte, rispetto a chi mangia carne. IronDietary Supplement Fact Sheet di NIH ha compilato un'ottima revisione della letteratura sull'assunzione di ferro. Vedi anche CDC.

Riferimenti

Hurrell RF, Reddy M, Cook JD. Inibizione dell'assorbimento del ferro non eme nell'uomo da parte di bevande contenenti polifenoli. Br J Nutr. 1999; 81: 289–95.

Layrisse M1, García-Casal MN, Solano L, Barón MA, Arguello F, Llovera D, Ramírez J, Leets I, Tropper E. Biodisponibilità del ferro nell'uomo dalla colazione arricchito con chelato di ferro bis-glicina, fitati e polifenoli. J Nutr. 2000 settembre; 130 (9): 2195-9.

Zijp IM1, Korver O, Tijburg LB. Effetto del tè e di altri fattori dietetici sull'assorbimento del ferro. Crit Rev Food Sci Nutr. 2000 settembre; 40 (5): 371-98.

Una buona risposta, +1 :-) ma vorrei aggiungere che la situazione è un po 'più complicata con il latte, perché mentre il calcio potrebbe in qualche modo compromettere l'assorbimento del ferro, le proteine ​​del latte fanno precipitare alcuni dei tannini ( cioè polifenoli) e potrebbero renderli meno disponibili per precipitare il ferro. Non penso che ci sia uno studio specifico su questo, ma il caso dell'aggiunta di latte non è sicuramente così semplice come potrebbe sembrare a prima vista.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...