Domanda:
Può una persona altrimenti sana richiedere un ordine di "non rianimare"?
larry909
2018-01-29 10:15:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nello stato di New York, negli Stati Uniti, se una persona altrimenti sana ha un ordine di non rianimare e ha un attacco di cuore e arriva l'ambulanza, lo lasceranno morire in quel modo? Oppure la rianimazione non è applicabile solo ai malati terminali?

La risposta varia da paese a paese e negli Stati Uniti varia da stato a stato, quindi non è davvero possibile rispondere. Puoi almeno restringere il campo a un singolo paese?
@CareyGregory fatto
Tre risposte:
#1
+7
Nate
2018-01-29 19:39:41 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il modulo MOLST (Ordini medici per cure di sostegno alla vita) è un aggiornamento del DNR non ospedaliero, che, come hai visto in una risposta precedente, ha requisiti molto severi (e francamente irrealistici).

Il MOLST è stampato su carta rosa brillante e i fornitori di servizi di emergenza sanitaria sono addestrati a cercarlo quando si entra in casa. Inoltre, i pazienti possono indossare un braccialetto di metallo con la dicitura "DNR" se hanno un MOLST valido o un modulo DNR non ospedaliero che afferma che il paziente è DNR e i servizi EMS sono addestrati a trattare questo braccialetto allo stesso modo del modulo stesso.

Il MOLST deve essere firmato da un medico, ma qualsiasi MOLST firmato è considerato valido a meno che non ci sia un modulo più recente o altre prove che suggeriscono che i desideri del paziente sono cambiati. Questo elimina il requisito di rinnovo di 90 giorni del DNR non ospedaliero.

L'unica limitazione che ho potuto trovare è che un MOLST non è valido per i pazienti psichiatrici o i pazienti con disabilità dello sviluppo.

Molte persone sane hanno forme DNR. In effetti, che tu voglia o meno un DNR fa parte di una direttiva anticipata (ecco il modulo per New York), che ogni persona è incoraggiata ad avere, indipendentemente dallo stato di salute. Ecco un interessante saggio che fornisce prove aneddotiche su medici senza problemi di salute che hanno scelto di avere un ordine DNR in atto. È probabile che un medico ti faccia domande sulla tua direttiva anticipata per assicurarti che non sia depresso o che abbia tendenze suicide (il che invaliderebbe il MOLST), ma ci sono molte buone ragioni per non volere cure aggressive. Un buon medico rispetterà le tue decisioni in merito alle cure mediche che desideri ricevere.

Chiaramente EMS onorerà un DNR valido indipendentemente dalla precedente storia medica del paziente, ma ciò lascia ancora la questione se una persona perfettamente sana possa ottenere un DNR. Dal momento che richiede la firma di un medico e ho difficoltà a vedere qualsiasi medico firmare un tale DNR, sospetto che la risposta sia no.
No, tonnellate di persone sane (compresi i medici) hanno DNR. Ho modificato la mia risposta per riflettere questo.
Interessante. Le cose sono cambiate negli ultimi 10 anni. Vai a capire.
Esistono condizioni e livelli di DNR? Come i dottori sani che hai menzionato. Il DNR specifica in quale caso è applicabile? Se fossero investiti da un'auto e smettessero di respirare, non vorrebbero essere rianimati?
L'originale, più "vecchia scuola" DNR consente di decidere sì o no sia su "Non rianimare" e "Non intubare". I moduli MOLST più recenti e altre direttive anticipate ti consentono di fornire informazioni molto più specifiche sul tipo di trattamento che desideri e se staresti bene a farlo a breve oa lungo termine. http://www.molst-ma.org/sites/molst-ma.org/files/MOLST%20Form%20and%20Instructions%208.10.13%20FINAL.pdf
#2
+1
Graham Chiu
2018-01-29 15:04:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se la persona ha un ordine DNR fuori dall'ospedale valido, non deve essere rianimata se subisce un arresto cardio-respiratorio. In tal caso la persona chiaramente non è sana.

L'ordine DNR deve essere riesaminato ogni 90 giorni dal medico della persona. E in caso di arresto può essere annullato da un parente o da un medico se la persona non è in grado di opporsi.

https://www.health.ny.gov/professionals/ems/policy /99-10.htm

Quindi quello che stai dicendo è che una persona altrimenti sana non può avere un DNR. Sì? Deve essere approvato da un medico?
Sì, è necessario che il medico firmi il modulo per convalidarlo.
In realtà penso che questa informazione sia obsoleta (pubblicata nel 1999), vedi la mia risposta sotto re: il modulo MOLST (pubblicato nel 2010).
#3
+1
faustus
2018-02-07 02:25:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se una persona altrimenti sana ha un ordine di non rianimare e ha un attacco di cuore e arriva l'ambulanza, lo lasceranno morire in quel modo? O non resuscitare è applicabile solo ai malati terminali?

Questa è una domanda molto interessante. E come non americano, sono piuttosto scioccato dalla risposta.

Per cominciare, quello che stai essenzialmente chiedendo è che un rifiuto espresso prevale sul consenso implicito? Moralmente sì: il punto fondamentale dell'autonomia è che le persone hanno il diritto di prendere decisioni sbagliate sulla propria vita.

La questione è complicata perché una tale direttiva deve essere esplicitamente conosciuta dalla persona. Quindi semplifichiamo le cose: supponiamo di avere un tatuaggio "Non rianimare" sul petto. Questo sta affermando in modo inequivocabile il tuo esplicito rifiuto di essere resuscitato, in questo modo:

enter image description here

Il seguente caso di studio da Miami, FL è stato segnalato in NEJM solo pochi mesi fa:

http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMc1713344

Un paziente incosciente con un tatuaggio DNR

Presentiamo il caso di una persona la cui presunta preferenza di codice di stato lo ha portato a tatuarsi "Non rianimare" sul petto. I paramedici hanno portato al pronto soccorso un uomo di 70 anni privo di sensi con una storia di broncopneumopatia cronica ostruttiva, diabete mellito e fibrillazione atriale , dove è stato riscontrato un livello elevato di alcol nel sangue. Il personale dell'unità di terapia intensiva medica lo ha valutato diverse ore dopo quando si sono sviluppate ipotensione e acidosi metabolica da gap anionico con un pH di 6,81. Il suo petto anteriore aveva un tatuaggio con la scritta "Non rianimare", accompagnato dalla sua presunta firma (Figura 1).

Un buon esempio su come rendere noto il tuo rifiuto esplicito, giusto? No, non proprio:

Inizialmente abbiamo deciso di non onorare il tatuaggio, invocando il principio di non scegliere un percorso irreversibile di fronte all'incertezza. Questa decisione ci ha lasciato in conflitto a causa dello straordinario sforzo del paziente di far conoscere la sua presunta direttiva anticipata; pertanto, è stata richiesta una consultazione etica.

Per quanto riguarda la tua domanda sullo stato di New York, una tale direttiva può ancora essere ignorata? Sì, sembrerebbe così. Sebbene concesso, c'è un recente aggiornamento sulla questione:

Cuomo il 29 novembre ha firmato la legislazione che aggiungerà "infermiere curante" all'elenco degli operatori sanitari che i pazienti e le famiglie possono tocca per creare varie direttive relative alle decisioni di fine vita.

https://libn.com/2017/11/30/state-lets-nps-sign- off-on-non-resuscitate /

Nello stato in cui vivo, gli ordini DNR al di fuori di un ospedale o di uno studio medico hanno regole rigide. Un EMT nel mio stato non può onorare legalmente qualcosa come quel tatuaggio. Sarebbe legalmente privo di significato.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...