Domanda:
Perché il peso è importante quando si consuma una certa quantità di un farmaco specifico?
user5040728
2015-07-14 15:40:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La mia domanda si riferisce in realtà alle sostanze allucinogene, in particolare ai funghi.

Posso capire perché l'alcol o altre sostanze che si riferiscono alla massa corporea (grasso in alcuni casi) influenzano le persone a misura minore a seconda del loro peso (per una data quantità di un certo farmaco).

Quello che non capisco (forse questo non è nemmeno vero) è perché più una persona ha massa, più grammi di funghi quella persona deve prendere per ottenere lo stesso effetto psicoattivo.

Se il principio attivo alla fine arriva al cervello, qual è il ruolo del peso in questo processo?

Le persone con esperienza in questo campo consigliano l'assunzione di una certa quantità di grammi a seconda del proprio peso . Ha una ragione logica?

Due risposte:
#1
+12
Lucky
2015-07-16 15:52:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che il centro di confusione per te sia questa domanda:

Se il principio attivo alla fine arriva al cervello, qual è il ruolo del peso in questo processo?

Il fatto è che quando una sostanza ha un effetto sistemico (al contrario di quello locale) in qualche modo deve arrivare dal punto in cui è applicata al sito di azione. Quindi, se si ingerisce qualcosa che colpisce il cervello, in qualche modo deve viaggiare dallo stomaco alla testa - e le sostanze lo fanno attraverso il sangue. Quindi la sostanza viene liberata dalla forma in cui è stata presa, quindi disciolta e assorbita nel flusso sanguigno. Poiché il sangue raggiunge tutte le parti del corpo, così fa la sostanza. Di solito vediamo la maggior parte dei suoi effetti su una parte del corpo / organo, ma viene distribuito (più o meno) ovunque.

  • Cosa ha a che fare con la massa corporea?

Per rispondere a questa domanda, dobbiamo esaminare il processo in cui una sostanza passa dal flusso sanguigno a un tessuto. Ciò può essere ottenuto mediante diversi meccanismi quali: diffusione, trasporto attivo, pinocitosi, ecc. Per molti xenobiotici (sostanze estranee al nostro corpo) la via di trasporto è la diffusione attraverso le membrane cellulari. La velocità e l'entità della diffusione sono proporzionali al gradiente di concentrazione.
Ciò significa due cose:

  • Maggiore è la differenza nelle concentrazioni tra il sangue e l'altro tessuto, maggiore sarà la velocità e l'entità della diffusione.
  • Questo processo non dipende esclusivamente dalla quantità totale di sostanza assunta; dipende dalla concentrazione.

E poiché: c = amount / V

possiamo vedere che, se dissolviamo la stessa quantità di una sostanza se diversi volumi (ad es. di sangue) otterremo concentrazioni diverse. Il che ci porta al fatto che il volume del sangue è importante . Tra gli altri fattori, il volume del sangue dipende dalla massa corporea . La massa del sangue ammonta a circa il 7% della nostra massa corporea e il volume è proporzionale a questo. *

  1. Maggiore massa corporea => maggiore volume sanguigno => minore concentrazione di sostanza => minore la velocità e l'entità della diffusione nell'organo bersaglio (come il cervello)

Quando la sostanza entra in un tessuto, a seconda della sua struttura chimica può : trova una proteina bersaglio e ha un effetto (nota che questo non deve essere l'effetto "desiderato"); può dissolversi nel tessuto adiposo; può legarsi a proteine ​​o altre strutture come le ossa. Anche in questo caso la forza di questi legami dipende dalla struttura chimica della sostanza (tra gli altri fattori): può legarsi in modo reversibile e presto riprendere il cammino oppure può depositarsi in un tessuto per il quale ha affinità chimica. Diciamo che la sostanza viene distribuita in vari scomparti **. Se la dimensione di questi compartimenti è maggiore, allora c'è più "spazio" per la sostanza da distribuire e potenzialmente "immagazzinare", per così dire.

  1. Maggiore massa corporea => (di solito proporzionalmente) maggiore massa di molti tessuti => volume maggiore per distribuire la sostanza e capacità di deposito potenzialmente maggiore. enter image description here

Fonte: rif. . 4

  • Il trucco

Le cose si complicano perché molte sostanze nel nostro sangue si legano alle proteine ​​plasmatiche (solitamente albumina) e la frazione legata è in equilibrio con la frazione libera (frazione libera). È solo la frazione libera della sostanza che può diffondersi attraverso le membrane cellulari (il complesso proteina-sostanza è troppo grande). Varie sostanze hanno un potenziale di legame diverso e competono tra loro per gli stessi siti di legame e influenzano la cinetica l'una dell'altra. Inoltre, la liberazione, l'assorbimento e la distribuzione sono seguiti dal metabolismo e dall'escrezione (il cosiddetto sistema LADMER). Tutti questi processi avvengono simultaneamente dopo un tempo di ritardo (solitamente breve).

Ciò significa che la concentrazione di una sostanza nel sangue dipende da molti fattori . Calcoliamo la maggior parte di questi fattori in base alle informazioni che otteniamo dai test sugli animali e dalle sperimentazioni cliniche e utilizziamo modelli matematici e simulazioni al computer per determinare la dose e il dosaggio che raggiungerebbero e mantengono la concentrazione di una sostanza nel sangue in e si presume che ciò abbia un effetto previsto. Tutti questi calcoli sono approssimazioni. Sebbene la massa corporea sia un fattore importante in essi, il calcolo di una dose di una sostanza basata solo sulla massa corporea totale è un'approssimazione molto approssimativa.

Un altro problema per le sostanze controllate: ci sono molti meno dati sulla cinetica di queste sostanze che sui medicinali (che hanno lo scopo di curare o gestire una malattia). Quindi i "calcoli" sono limitati. D'altra parte, quando queste sostanze raggiungono altre parti del corpo e vengono metabolizzate, oltre ai loro effetti psicoattivi possono influenzare anche altri organi, causando ad esempio insufficienza epatica o renale.


* Sesso, struttura corporea (soprattutto massa corporea magra), età e altri fattori determinano la massa e il volume esatti del sangue; tuttavia la massa corporea totale è fortemente correlata alla quantità di sangue nel corpo.

** La divisione in compartimenti è teorica, pensata per rendere più facili i calcoli. Si basa sul fatto che le concentrazioni di una sostanza cambiano in modo diverso nei diversi compartimenti. In realtà, tutti i "compartimenti" sono collegati e interagiscono tra loro in ogni momento.

*** Questa spiegazione è semplificata per il pubblico in generale. L'equazione sopra è per la concentrazione in generale. La concentrazione ematica di una sostanza non è mai uguale al semplice quoziente di quantità e volume (ricordarsi di tenere in considerazione il punto 2 e il pescato). Il termine teorico volume di distribuzione o volume apparente di distribuzione non è uguale al volume del sangue: viene calcolato considerando vari fattori.


Referenze :

  1. Biofarmaceutica e farmacocinetica clinica: un'introduzione, quarta edizione, Notari, CRC Press, 1986; capitolo 2, pagine 48-49
  2. Farmacocinetica e farmacodinamica delle droghe abusate a cura di Steven B. Karch, MD, FFFLM, CRC Press, 2007 - capitolo 1 (in particolare: 1.2. 1, 1.2.2 e 1.6)
  3. ASSORBIMENTO, DISTRIBUZIONE ED ELIMINAZIONE DI FARMACI; FARMACOCINETICA - pagine 25-26
  4. Farmacologia 3a edizione, di George M. Brenner, PhD, Professore emerito di farmacologia, Oklahoma State University College of Osteopathic Medicine, Tulsa , OK; e Craig Stevens, PhD, Professore di Farmacologia, Oklahoma State University, Tulsa, OK
  5. Volume di sangue stimato
#2
-1
Chris Jenks
2015-07-16 01:09:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il volume di sangue in cui si dissolve la sostanza psicoattiva sarà approssimativamente proporzionale alla massa corporea magra, rendendo la sua concentrazione nel cervello inversamente proporzionale alla massa corporea magra. Se la sostanza fosse altamente lipofila, potrebbe inoltre suddividersi in grasso, riducendo ulteriormente la sua concentrazione nel sangue. Un'eccezione a questo

Questo studio del modo migliore per calcolare una dose di propofol regola la dose in base al peso corporeo, dopo aver escluso il peso del grasso. Il propofol è un fenolo leggermente polare come la psilocina nei funghi Psilocybe.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...