Domanda:
Lo zucchero fa diventare i bambini iperattivi?
michaelpri
2015-04-11 02:26:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quando ero più giovane, mi è stato detto di non assumere troppo zucchero (caramelle, bibite gassate, gelati - qualsiasi cosa dolce davvero) perché sarei diventato troppo iperattivo e non sarei riuscito a dormire la notte. Non mi sono mai sentito molto colpito dallo zucchero, ma ho visto persone che penso siano influenzate dallo zucchero.

Lo zucchero causa iperattività nei bambini? In tal caso, quanto è troppo?

[Sugar Doesn't Make Kids Hyper: Healthcare Triage # 3] (https://www.youtube.com/watch?v=mkr9YsmrPAI)
Una risposta:
#1
+17
Susan
2015-04-11 20:20:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questo è un argomento scottante e non credo che ci sia un fermo consenso nel mondo della psichiatria infantile sulla risposta. Penso che un buon riassunto della letteratura ti lascerebbe con:

Gli studi X, Y e Z hanno mostrato un'associazione; Gli studi Χ, Ψ e Ω non hanno mostrato alcuna associazione.

Eccellente. Al posto di ciò, userò uno studio per illustrare un paio di punti metodologici per mostrarti perché questa risposta è difficile da conoscere. Il mio obiettivo è aiutare il lettore a sviluppare un occhio scettico quando viene presentata una ricerca di questo tipo.

Uno studio ha utilizzato questionari degli insegnanti sui sintomi di iperattività e questionari degli studenti sulle abitudini alimentari per vedere se esisteva una relazione tra un'elevata assunzione di zucchero e l'iperattività. Hanno scoperto che i bambini erano statisticamente più a rischio di ADHD se consumavano:

  • meno zucchero dagli snack alla frutta
  • vitamina C a basso contenuto

Tuttavia, l'assunzione totale di zuccheri semplici non era correlata ai sintomi di iperattività.

Questo non ha molto senso. Perché gli snack alla frutta dovrebbero essere diversi dagli altri zucchero e da dove viene la vitamina C?

  1. Rumore statistico . L'interpretazione dei dati si basa su un rapporto segnale: rumore per trovare il segnale (in questo caso, un'associazione). Un brainstorming di 5 secondi riporterà alla mente dozzine di argomenti non correlati (ai normali schemi dietetici) che possono influenzare ciò che gli studenti scrivono sui questionari: alfabetizzazione, genere, educazione, vocabolario, organizzazione, memoria, giorno della settimana, recente vacanze, chi ha vinto la partita dei Red Sox, ecc. ecc. ecc. Alcuni di questi possono riflettere modelli dietetici recenti che alterano la memoria dei modelli alimentari usuali ; altri influenzano semplicemente l'accuratezza del report. Si potrebbe generare un elenco altrettanto diversificato di fattori che possono influenzare i rapporti degli insegnanti. In ogni caso, il risultato è lo stesso: un segnale rumoroso.

  2. Confondendo . Un confusione esiste quando esiste un fattore estraneo che è correlato sia alla variabile indipendente (rapporto dietetico) che a quella dipendente (disattenzione). In questo caso, si potrebbe immaginare che gli studenti che tendono a essere incuranti nel riportare potrebbero essere anche quelli che mostrano sintomi di iperattività (che tende a funzionare con disattenzione). Non è ovvio se ciò porterebbe a una segnalazione insufficiente o eccessiva dell'assunzione di zucchero.

    In generale, i fattori di confondimento evidenti possono essere modificati statisticamente (qui, non vedo che abbiano fatto molto di questo, sebbene abbiano fatto analisi separate per ragazzi e ragazze). Tuttavia, nessuna quantità di matematica può adattarsi a fattori che non vengono misurati. Non è stato ottenuto alcun punteggio di "incuria indipendente dall'iperattività" e non ce lo potevamo aspettare: è un parametro fondamentalmente inconoscibile. Alcuni fattori di confusione sono inerenti alla metodologia. La matematica non risolve mai questo problema.

  3. Confronti multipli . Il principio di base è: se guardi a un numero sufficiente di fattori, qualcosa sarà statisticamente associato a qualcos'altro per ragioni che non hanno nulla a che fare con la realtà. Questo perché definiamo significatività statistica come risultato che si verificherebbe per caso <5% delle volte. Se esegui 20 test, hai buone possibilità di trovarne uno che sembra essere positivo semplicemente per caso. Nei dati che hanno un basso rapporto segnale: rumore (vedere # 1), questo problema è tanto più evidente. Questo è qualcosa a cui pensare quando emergono risultati inaspettati da uno studio progettato per esaminare qualcosa di completamente diverso. Vitamina C ??!

Nota: questa non vuole essere (principalmente) una critica a questo particolare studio. I miei obiettivi qui erano di aiutare il lettore a capire:

  • Perché trovo risposte diverse a questa domanda ogni volta che eseguo una ricerca su Google?
  • Come dovremmo pensare in modo critico ai dati epidemiologici presentati su Health.SE?

Kim, Y. Chang, H. Correlazione tra disturbo da deficit di attenzione e iperattività e consumo di zucchero, qualità della dieta e comportamento alimentare nei bambini in età scolare. Nutr Res Pract. 2011 Jun; 5 (3): 236-45.

Questa è un'ottima meta risposta con informazioni davvero fantastiche. Vorrei poter votare due volte.
Grazie, @Nate. * È * un po 'meta-y, anche se spero che fornisca anche una "risposta" soddisfacente alla domanda in questione. Vedi anche, se interessato, [la mia espansione sull'aspetto meta] (http://meta.health.stackexchange.com/q/171/165) ....
Questa risposta è fantastica, mostra davvero i fattori che tutte le risposte dovrebbero includere :)
Per uno sguardo umoristico al tuo terzo punto, vedi [Spurious Correlations] (http://www.tylervigen.com/spurious-correlations).


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...