Domanda:
I latticini sono fonti efficaci di calcio?
Attilio
2015-04-01 22:43:53 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La tradizione dice che i latticini sono buone fonti di calcio solo perché lo hanno; mentre alcuni studi moderni (vedi sotto) mostrano che la digestione delle proteine ​​produce un ambiente acido e il corpo utilizza il calcio dalle ossa per ristabilire il pH corretto. Queste opinioni dicono che i latticini potrebbero persino essere dannosi per la densità ossea e l'osteoporosi.

Quindi, alla fine, il bilancio del calcio è positivo o negativo dal consumo di latticini?

Riferimenti

Metabolismo delle proteine ​​e perdita di calcio

Nei commenti è stato chiesto di fornire qualche riferimento sugli "studi moderni" che mettono in relazione la perdita di calcio con l'assunzione di proteine.

Il profilo aminoacidico specifico, specialmente degli aminoacidi contenenti zolfo, determina l'effetto calciuretico delle proteine. Il solfato generato dal metabolismo di questi amminoacidi aumenta l'acidità dell'urina, provocando l'escrezione di maggiori quantità di calcio nelle urine. Le proteine ​​di molte piante, in particolare i legumi, hanno quantità inferiori di metionina e cisteina rispetto alle proteine ​​animali.

Weaver, CM, Proulx, WR, & Heaney, R. (1999 ). Scelte per ottenere un calcio dietetico adeguato con una dieta vegetariana. The American Journal of Clinical Nutrition, 70 (3 Suppl), 543S-548S

Ad oggi, i dati accumulati indicano che l'effetto avverso delle proteine, in particolare animali (ma non proteine ​​vegetali), potrebbe superare l'effetto positivo dell'assunzione di calcio sull'equilibrio del calcio.

Amine et al. (2002). Dieta, nutrizione e prevenzione delle malattie croniche: rapporto di una consultazione congiunta di esperti OMS / FAO.

Inoltre, definendo cosa intendi per "efficace". Una buona fonte? Buona biodisponibilità?
Sì JohnP, una combinazione di entrambi. Non sarebbe molto interessante per un alimento che ha molto calcio se non è biodisponibile. Quindi le mie domande vanno come un "risultato finale", combinazione di presenza di nutrienti, biodisponibilità meno l'effetto di compensazione acido-base e qualsiasi altra interazione che potrebbe essere utile per rispondere a questa domanda.
Quindi abbiamo l'escrezione di Ca²⁺ che aumenta con l'eccesso di proteine ​​e l'assorbimento di Ca²⁺ a seconda della biodisponibilità di Ca²⁺ (vista come proprietà del cibo per il bene dell'argomento qui) e dello stato di vitamina D della persona in questione. Inoltre, la mancanza di esercizio provoca la demineralizzazione ossea (o non attiva la ricostruzione delle ossa), portando nuovamente alla perdita di Ca²⁺. Questi punti insieme significano che non è possibile stabilire un modo isolato in cui il latte porterà all'assorbimento o alla perdita netta di Ca²⁺: si possono facilmente avere situazioni in entrambi i modi: una persona sedentaria in ufficio con carenza di vitamina D potrebbe non essere in grado di usare il latte per ...
Tre risposte:
#1
+7
michaelpri
2015-04-02 10:03:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I latticini non sono la migliore fonte di calcio per molte ragioni.

  • Intolleranza al lattosio

    • Le persone intolleranti al lattosio non possono assumere latticini poiché di solito causano vari sintomi come diarrea o crampi
  • Alto contenuto di grassi saturi

    • La maggior parte dei latticini è ricca di saturi grasso, che può essere un fattore di rischio per le malattie cardiache
    • Il latte è stato in grado di ridurre questo problema con opzioni ridotte di grassi e senza grassi, ma altri prodotti lattiero-caseari, come formaggio e gelato, sono ancora molto alti nel grasso
  • Rischio di cancro

    • Cancro ovarico - Gli studi hanno dimostrato che un'elevata assunzione di lattosio (pari a 2 -3 porzioni di latte) può aumentare il rischio di cancro alle ovaie 1

    • Cancro alla prostata - Gli studi hanno mostrato prove inconcludenti che alcuni uomini con un maggiore apporto di calcio potrebbe avere un rischio più elevato di cancro alla prostata; Le prove non erano conclusive ; Potrebbe anche essere collegato solo al calcio piuttosto che ai latticini 2

Sebbene i latticini siano una fonte conveniente, e sono ricchi di proteine ​​e vitamine A e D, non sono la migliore fonte di calcio. In piccole quantità, i latticini vanno bene, ma ci sono buone fonti alternative.

Altre fonti

  • Verdure a foglia verde - cavoli, spinaci, lattuga
  • Fagioli, legumi e mandorle
  • Integratori di calcio

[1] Prodotti lattiero-caseari e cancro ovarico sub >

[2] Rischio di latticini, calcio e cancro alla prostata

Dovresti assumere calcio dal latte?

Non sono sicuro che considererei l'intolleranza al lattosio una ragione per cui il latte non è una buona fonte di calcio in quanto ciò non ha alcun impatto sulle persone che non lo sono e c'è una medicina che ne consentirà l'elaborazione. Per quanto riguarda il contenuto di grassi che può essere ridotto nella maggior parte dei prodotti e ancora una volta limitato dall'assunzione del cibo.
@JoeW Non è sicuramente la cosa più importante, ma valeva la pena menzionarla
2 commenti: Il contenuto di vitamina D dei latticini varia, ad es. per continente a causa di diverse "abitudini" rispetto a. fortificazione / integratori. La biodisponibilità del Ca nelle verdure dipende * molto * dal contenuto di acido ossalico del vegetale in questione. Per esempio. il cavolo che citi è AFAIK povero di acido ossalico e il suo Ca²⁺ è abbastanza biodisponibile. Gli spinaci OTOH hanno spesso abbastanza acido ossalico (https://de.wikipedia.org/wiki/Spinat#Inhaltsstoffe) per precipitare 3 volte tanto Ca²⁺ quanto contiene Ca-ossalato insolubile e biodisponibile. Anche i fagioli di soia IIRC sono ricchi di acido ossalico.
#2
+5
kenorb
2015-04-07 19:08:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La questione se l'assunzione di proteine ​​nella dieta "eccessiva" influisca negativamente sulle ossa negli esseri umani è oggetto di controversia corrente in materia di nutrizione (1), (2), (3) con un gruppo che conclude che "l'eccesso le proteine ​​non danneggeranno lo scheletro se l'assunzione di calcio è adeguata " (3) e raggruppa che" un'eccessiva quantità di proteine ​​alimentari da alimenti con un alto potenziale carico di acido renale (p. es., alimenti animali) influisce negativamente sulle ossa, a meno che non siano tamponate dal consumo di alimenti ricchi di alcali (es. alimenti vegetali) " (1) (citato da Frassetto 2000).

Altri studi riportano una migliore salute delle ossa nelle donne con un maggiore apporto di proteine (4), (5) (l'assunzione elevata di proteine ​​previene la diminuzione della BMD). Inoltre, lo studio Munger ha riportato che maggiori assunzioni di fonti animali di proteine ​​alimentari erano associate a una riduzione del 70% della frattura dell'anca, anche dopo aver controllato le principali variabili confondenti (Hannan 2000).

Per saperne di più: Calcio, BMD e osteoporosi

In generale è difficile dire se l'assunzione di calcio abbia un effetto positivo o negativo dal consumo di latticini sulle nostre ossa, in base alla dimensione del campione e alle caratteristiche del soggetto di gli studi, quindi devono essere condotti ulteriori studi.


Riferimenti:

  1. Barzel US, Massey LK. Un eccesso di proteine ​​nella dieta può influire negativamente sulle ossa. J Nutr. 1998; 128: 1051-1053.
  2. Massey LK. L'eccesso di proteine ​​nella dieta influisce negativamente sulle ossa? Panoramica del simposio. J Nutr. 1998; 128: 1048-1050.
  3. Heaney RP. Un eccesso di proteine ​​nella dieta potrebbe non influire negativamente sulle ossa. J Nutr. 1998; 128: 1054-1057.
  4. Freudenheim et al. (46, Freudenheim JL, Johnson NE, Smith EL 1986
  5. 47, Munger Cerhan JR, Chiu BC 1999 Prospective study of assunzione di proteine ​​alimentari e rischio di frattura dell'anca nelle donne in postmenopausa.
"I latticini naturali sono naturali e la migliore fonte di esso" Nessuna prova e irrilevante per la domanda in entrambi i casi. Non introdurre generalità del genere nei tuoi post. Questo è il motivo per cui sono molto diffidente che tu abbia così tanta reputazione. Si prega di concentrarsi sull'affrontare la domanda in questione e non fare generalizzazioni o affermazioni di non fornire informazioni al supporto.
#3
+2
cbeleites unhappy with SX
2017-09-22 21:12:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Prima di tutto, non sono sicuro che la domanda abbia una risposta senza uno scenario più dettagliato.

Quindi abbiamo:

  • Ca² ⁺ escrezione crescente con l'eccesso di proteine ​​
    Questo sembra essere collegato all'eliminazione degli acidi in eccesso piuttosto che direttamente alle proteine ​​secondo http://jn.nutrition.org/content/141/3/391.long.
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15546911 rileva l'ulteriore escrezione derivante dall'aumento dell'assunzione con una dieta ricca di proteine.

  • Assorbimento / perdita di Ca²⁺ nelle ossa (che è tipicamente il punto principale della discussione sull'assorbimento / perdita di Ca, e l'osso è una grande ricerca di Ca nel corpo umano):
    bone (ri ) esigenze di costruzione:

    • Ca²⁺
    • proteine ​​
      (stiamo parlando di diete proteiche alte / in eccesso, quindi supponiamo che questo non sia un fattore limitante)
    • stimolazione meccanica (esercizio)
  • se ti trovi in ​​una situazione con (principalmente) netta perdita di osso a causa di qualsiasi dei 3 ingredienti per la crescita ossea abo ve (ad es. mancanza di esercizio anche se sono disponibili Ca e proteine), si osserverà una perdita netta di Ca, perché il Ca rilasciato dall'osso che (naturalmente) scomposto viene escreto.

  • L'assorbimento di Ca²⁺ dagli alimenti dipende dalla

Prendendo insieme questi punti, possiamo costruire 2 stili di vita estremi che reagirebbero in modo del tutto opposto all'assunzione collegata di proteine ​​+ calcio nel latte:

  • Da un lato, immagina un teledipendente sedentario al chiuso. Nessun sole (basso contenuto di vitamina D), nessun esercizio (nessuno stimolo alla crescita ossea). Senza adeguati livelli di vitamina D, il Ca nel latte (sebbene in linea di principio biodisponibile) non viene nemmeno assorbito nell'intestino. Anche se fosse (o: anche il poco che è) non viene utilizzato per la crescita netta di nuovo osso in quanto manca lo stimolo dell'esercizio. Con una dieta ricca di proteine ​​(o una dieta che causa un'eccessiva escrezione urinaria acida), il Ca viene perso. Potrebbe essere stato perso anche senza una dieta ricca di proteine ​​a causa della perdita ossea dovuta alla mancanza di esercizio fisico. Oppure, con una dieta a basso eccesso di acido, l'osso sarebbe stato mantenuto anche con il basso livello di esercizio.

  • D'altra parte, considera una persona fisicamente attiva all'aperto. L'esercizio fisico dà uno stimolo alla crescita ossea, la luce solare fa la sua parte nel fornire vitamina D. In questo scenario, il latte fornisce le proteine ​​e il Ca per far crescere effettivamente l'osso. Il risultato è un guadagno netto di Ca, anche se una parte di Ca viene escreta attraverso l'urina.

Leggermente fuori tema: l'intero scenario sembra un po 'come un 101 in come mentire con le statistiche senza realmente mentire: abbiamo almeno 4-5 fattori che devono essere impostati correttamente (e per 4 di essi è relativamente facile essere spenti) per ottenere crescita ossea / guadagno netto di Ca. Ora qualsiasi studio che esamina un singolo fattore non troverà un effetto a meno che non si assicuri che tutti gli altri fattori siano corretti. E se un fattore è peggiore con il gruppo di trattamento rispetto ai controlli, uno studio può persino sembrare che osservi l'opposto di ciò che sta realmente accadendo.


Ho provato a trovare i numeri per l'escrezione di Ca²⁺ per grammo di proteine. Una stima approssimativa basata su http://jn.nutrition.org/content/128/6/1051.full sarebbe l'escrezione urinaria fino a 200 mg di Ca²⁺ per 150 g di consumo di proteine. Sulla base di questa stima approssimativa, gli alimenti con un rapporto> 1,33 mg Ca / g di proteine ​​sarebbero considerati come "guadagni di Ca²⁺".

https://en.wikipedia.org/wiki/Milk#Nutrition_and_health fornisce latte vaccino con 30-35 g di proteine ​​/ le 1200 mg di Ca²⁺ / l, ottenendo un Ca: rapporto proteine> 30 mg Ca / g di proteine. Anche supponendo solo il tasso medio di assorbimento del Ca negli alimenti del 30% ( http://ajcn.nutrition.org/content/35/4/783.extract - non ho trovato numeri per il latte, sebbene sia spesso citato come altamente biodisponibile - ma dipenderà anche da altri fattori) che lascia quasi un ordine di grandezza al lato di un maggiore assorbimento di Ca rispetto all'aumento dell'escrezione.

Quindi, nel complesso, questo calcolo di riserva è a favore del latte come fonte netta di Ca . Si noti tuttavia che non tutti i prodotti lattiero-caseari hanno lo stesso rapporto Ca: proteine ​​del latte. Per esempio. Whey ha ancora più Ca: proteine, e di conseguenza il formaggio di cui il siero di latte è un prodotto avanzato / secondario ha un rapporto Ca: proteine ​​leggermente inferiore.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...