Domanda:
La nicotina causa il cancro?
Chris Rogers
2018-09-18 17:30:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Molti credono che la nicotina provochi il cancro e lo svapo passivo può anche provocare il cancro a causa del contenuto di nicotina.

La mia ricerca sull'idea esaminando domande come poiché "svapare" influisce sui polmoni? ha scoperto che la nicotina si trova anche in vari tipi di frutta e verdura ( Davis, et al. 1991; Castro & Monji, 1986; Sheen, 1988 & Domino, et al. 1993). Viene anche menzionato in Quanta nicotina c'è nel tè e nelle verdure.

Oltre alle risposte date finora da @Narusan e @ wolf-revo-cats insieme a ulteriori ricerche che ho condotto

Sento che si può raccogliere di più sui rischi di cancro della nicotina.

Cancer Research UK dice

Le sigarette [E] non contengono tabacco che causa il cancro. Contengono nicotina, che crea dipendenza, ma non è ciò che causa il danno dal fumo.

La nicotina ha mostrato un effetto cocarcinogeno con DMBA (7,12-dimetilbenz [a] antracene) nel modello di buste per guance di criceto ( Chen & Squier, 1990), ma ...

A nostra conoscenza, non ci sono studi rilevanti sugli esseri umani sugli effetti cancerogeni della nicotina pura compresi prodotti, come NRT e sigarette elettroniche ( Sanner & Grimsrud, 2015).

Quando si guarda al fumo passivo e al cancro, Domino et al. (1993) sottolinea che 10 g di melanzane contengono l'equivalente di nicotina del fumo passivo per 3 ore in una stanza con una "quantità minima" di fumo di tabacco. 10 g non sono molte melanzane e il fumo passivo causa il cancro (ad esempio Hori, et al. 2016). Se la nicotina provoca il cancro e, poiché melanzane, patate e pomodori contengono anche nicotina secondo gli studi sopra, anche queste piante causerebbero il cancro?

Non fraintendermi, essendo io stesso un ex fumatore, so come smettere di fumare aumenta la salute. La mia domanda è se la nicotina provoca il cancro, o è N -nitrosammine derivate dalla nicotina ( Hoffmann & Hecht, 1985), o è in realtà specifica del tabacco nitrosammine (TSNA) formate da alcaloidi del tabacco durante la polimerizzazione e la lavorazione del tabacco ( Hecht, 1999)?

Riferimenti

Castro, A ., & Monji, N. (1986). Nicotina alimentare e suo significato negli studi sul fumo di tabacco. Biochemical Archives , 2 (2), 91-97.

Chen, Y. P., & Squier, C. A. (1990). Effetto della nicotina sulla carcinogenesi del 7, 12-dimetilbenz [a] antracene nella guancia del criceto. JNCI: Journal of the National Cancer Institute , 82 (10), 861-864. doi: 10.1093 / jnci / 82.10.861 pubmed: 2110268

Davis, R. A., Stiles, M. F., & Reynolds, J. H. (1991). Nicotina alimentare: una fonte di cotinina urinaria. Tossicologia alimentare e chimica , 29 (12), 821-827. doi: 10.1016 / 0278-6915 (91) 90109-K pubmed: 1765327

Domino, EF, Hornbach, E., & Demana, T . (1993). Il contenuto di nicotina delle verdure comuni. New England Journal of Medicine , 329 (6), 437-437. doi: 10.1056 / NEJM199308053290619

Hecht, S. S. (1999). Metabolismo delle nitrosammine cancerogene specifiche del tabacco. Domanda di sovvenzione NIH R01-CA081301-05 Recuperato da http://grantome.com/grant/NIH/R01-CA081301-05

Hoffmann, D., & Hecht, SS (1985). N-nitrosammine derivate dalla nicotina e cancro correlato al tabacco: stato attuale e direzioni future. Ricerca sul cancro , 45 (3), 935-944. Estratto da http://cancerres.aacrjournals.org/content/canres/45/3/935.full.pdf

Hori, M., Tanaka, H., Wakai, K., Sasazuki, S., & Katanoda, K. (2016). Esposizione al fumo passivo e rischio di cancro ai polmoni in Giappone: una revisione sistematica e una meta-analisi di studi epidemiologici. Rivista giapponese di oncologia clinica, 46 (10), 942-951. doi: 10.1093 / jjco / hyw091

Sanner, T., & Grimsrud, T. K. (2015). Nicotina: cancerogenicità ed effetti sulla risposta al trattamento del cancro - una revisione. Frontiers in oncology , 5, 196. doi: 10.3389 / fonc.2015.00196

Sheen, S. J. (1988). Rilevazione della nicotina negli alimenti e nei materiali vegetali. Journal of Food Science , 53 (5), 1572-1573. doi: 10.1111 / j.1365-2621.1988.tb09328.x

Tre risposte:
#1
+5
Narusan
2018-09-18 19:01:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non ci sono prove sufficienti a sostegno o confutazione ...

EFFETTI DELL'ESPOSIZIONE CRONICA O RIPETUTA:
La nicotina è un teratogeno (in grado di causare difetti alla nascita). Altri rischi di tossicità per lo sviluppo o tossicità riproduttiva non sono noti. Le informazioni sulla nicotina come cancerogeno sono inconcludenti.

cdc.gov

In sintesi, i risultati degli studi sugli animali lo fanno non supporta l'ipotesi che la nicotina sia un cancerogeno completo. È un promotore di tumori in alcuni modelli sperimentali, sebbene non per nitrosammine specifiche del tabacco. Gli studi che esaminano altre classi di agenti cancerogeni del fumo di tabacco (ad esempio, idrocarburi policiclici aromatici) dovrebbero essere eseguiti per definire meglio il potenziale rischio di cancro inferito dagli studi sugli animali.

[...”

Non ci sono dati sufficienti per concludere che la nicotina causi o contribuisca al cancro negli esseri umani, ma ci sono prove che dimostrano la possibilità rischi di cancro esofageo o pancreatico. Inoltre, vi sono prove sperimentali sostanziali che indicano che la nicotina è bioattiva per una serie di meccanismi cancerogeni nei sistemi sperimentali. Sebbene i dati in vitro suggeriscano un'attività biologica rilevante, ciò non è supportato nel complesso dai più recenti studi sperimentali sugli animali. Negli esseri umani, la ricerca è stata limitata e solo uno studio di follow-up relativamente a breve termine su nicotina e cancro.

Surgeongeneral.gov, Capitolo 5 Nicotina (PDF )

#2
+3
LаngLаngС
2018-09-19 21:00:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È un modo comune per demonizzare le sostanze dicendo che "provocano il cancro". Nel caso del fumo di tabacco ricreativo o abituale non si discute più se ciò sia vero o no. "Il fumo provoca il cancro" è un fatto comunemente accettato oggi.

Ma cosa causa esattamente il cancro in questo modello? Il fumo di una sigaretta è una miscela di materiale vegetale evaporato, materiale pirolizzato, carta bruciata, ecc. Parecchie sostanze in miscele diverse. Una spiegazione esatta di causa ed effetto per ogni "ingrediente" del fumo è molto più difficile di una correlazione e conclusione epidemiologica relativamente semplice o anche di un esperimento di laboratorio con abbondanti quantità di fumo.

è stato recentemente affermato che:

  • In piccole dosi, la nicotina accelera la crescita cellulare. In dosi maggiori, è velenoso per le cellule.
  • La nicotina avvia un processo chiamato transizione epiteliale-mesenchimale (EMT). L'EMT è uno dei passaggi importanti nel percorso verso la crescita delle cellule maligne.
  • La nicotina riduce il soppressore tumorale CHK2. Ciò può consentire alla nicotina di superare una delle difese naturali del corpo contro il cancro.
  • La nicotina può accelerare in modo anomalo la crescita di nuove cellule. Ciò è stato dimostrato nelle cellule tumorali del seno, del colon e del polmone.
  • La nicotina può ridurre l'efficacia del trattamento del cancro.

tramite Healthline

Questo può essere criticato per numerosi motivi. Se una sostanza interferisce con i trattamenti contro il cancro è del tutto irrilevante per la questione se le sostanze la causino.
Asserzioni come queste senza i numeri, ad esempio dose-risposta, dimensioni dell'effetto ecc. Tendo a seguire le loro fonti o semplicemente ignorarli del tutto.

In questo caso la fonte è

Tore Sanner & Tom K. Grimsrud: "Nicotina: cancerogenicità ed effetti sulla risposta al trattamento del cancro - Una revisione", Frontiers in Oncology. 2015; 5: 196. PMID 26380225 DOI 10.3389 / fonc.2015.00196

Lì sono presenti tutti i punti sopra citati da healthline. Devono ancora nascondere un avvertimento nel mezzo della parte conclusiva:

Al momento, non è possibile trarre una conclusione se la nicotina stessa possa agire come cancerogeno completo.

La demonizzazione della sola nicotina sembra essere per lo più duplice, se sottraiamo tutti i fastidi dal fumo di tabacco: abitudine o addirittura dipendenza e quantità limitata di gioia.

Se guardiamo solo per la sola sostanza ed escludere il fumo o lo svapo o l'inalazione di preparati liquidi, cosa resta?

Una prospettiva pratica sarebbe quella di esaminare la terapia sostitutiva della nicotina.

Peter N. Lee & Marc W. Fariss: "Una revisione sistematica dei possibili gravi effetti negativi sulla salute della terapia sostitutiva della nicotina", Archives of Toxicology (2017) 91: 1565–1594:

Abbiamo condotto una revisione sistematica della letteratura per identificare e valutare criticamente gli studi sui gravi effetti avversi sulla salute (SAHE) negli esseri umani utilizzando prodotti della terapia sostitutiva della nicotina (NRT). Gravi effetti nocivi sulla salute si riferiscono a eventi avversi che portano a una sostanziale interruzione della capacità di svolgere le normali funzioni della vita. Sono state inoltre determinate valutazioni e conclusioni sulla forza delle prove per i SAHE identificati. Abbiamo valutato 34 studi epidemiologici e studi clinici, relativi all'uso della NRT per cancro, riproduzione / sviluppo, CVD, ictus e / o altri SAHE nei pazienti e quattro meta-analisi sugli effetti nelle popolazioni sane. L'evidenza complessiva soffre di molte limitazioni, la più significativa è l'esposizione a breve termine (≤12 settimane) e il follow-up all'uso del prodotto NRT nella maggior parte degli studi, la comune incapacità di tenere conto dei cambiamenti nel comportamento al fumo a seguito dell'uso della NRT, e le scarse informazioni sui SAHE per tipo di prodotto NRT utilizzato. L'unico SAHE da esposizione a NRT che abbiamo identificato è stato un aumento delle anomalie congenite respiratorie riportate in uno studio. Prove limitate hanno indicato una mancanza di effetto tra l'esposizione alla NRT e gli SAHE per CVD e vari endpoint di riproduzione / sviluppo. Per cancro, ictus e altri SAHE, le prove erano inadeguate per dimostrare qualsiasi associazione con l'uso della NRT . Le nostre conclusioni concordano con le recenti dichiarazioni di organismi autorevoli.

Sebbene non possiamo escludere categoricamente la possibilità che la nicotina da sola sia un cancerogeno o un agente promotore del cancro con una certezza del 100%, potremmo concludere che il un basso livello di gravi effetti avversi sulla salute da dosi psicotropicamente efficaci nella terapia sostitutiva della nicotina sono un buon indicatore per la sicurezza generale dei minuscoli livelli di nicotina riscontrati nei pomodori, nelle patate e persino nelle melanzane egregie.

Conflitti di interesse: Questa risposta non promuove, pubblicizza o giustifica in alcun modo l'uso della nicotina. Richiede una valutazione sobria delle sue proprietà. Inoltre promuove e pubblicizza l'ingestione di verdure indipendentemente dalla quantità di nicotina in esse contenute.

Ab ovo, summa cum laude. Forse inviare quella meta analisi a una rivista? Titolo dell'articolo: "Dovremmo mangiare le verdure?". Potrebbe essere un grande nobile premio ...
Il problema è che gli studi non riguardano l'uso ** a lungo termine ** della NRT. E nel caso delle pastiglie, direi che la formazione di NNN in "condizioni favorevoli" è un modo molto plausibile di come la nicotina possa causare indirettamente il cancro. Due consumatori di pastiglie dello studio a cui ho fatto riferimento nelle mie risposte avevano * davvero * alti picchi di NNN (probabilmente la dieta gioca un ruolo importante)! SICURO, voglio dire, dal momento che è difficile collegare anche lo snus svedese al cancro (che contiene ancora alcuni TSNA e ci sono un numero enorme di utenti a lungo termine), non può essere * così * cattivo e certamente * impallidisce * rispetto al fumo .
#3
+1
viuser
2018-09-19 11:46:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Vorrei aggiungere alla risposta di Narusan quanto segue: sebbene la nicotina di per sé non sembri essere cancerogena, in una certa misura può essere convertita in cancerogena N-nitrosonornicotina (un tabacco -nitrosammina specifica) nel corpo, ad esempio per attività batterica. Quanto dipende, tra le altre cose, dalla via di somministrazione.

Se la nicotina provoca il cancro, poiché la patata o il pomodoro contengono nicotina secondo gli studi precedenti, sicuramente causerebbero anche il cancro.

Anche se fosse (!) vero, e allora? Nel modello probabilistico dell'epidemiologia "causa" non è come la concezione di causa "quotidiana".

Ad esempio, la classificazione è basata sulla forza delle prove, non sul grado di rischio. Ecco perché sentiamo qualcosa come questo:

Pancetta, prosciutto e salsicce si collocano accanto alle sigarette come una delle principali cause di cancro, ha affermato l'Organizzazione mondiale della sanità, ponendo carni lavorate nella stessa categoria di amianto, alcol, arsenico e tabacco.

Pertanto, non vedo una reductio ad absurdum .

Su una nota più seria, anche con le melanzane dovresti mangiare 10 kg per arrivare al livello di una singola sigaretta.

Ma non è nemmeno per questo che il tuo ragionamento è fallace. È sbagliato, come con gli avvertimenti sul cancro al caffè in California, non considerare il prodotto intero (verdura / frutta /…). Devi bilanciare gli agenti cancerogeni contro gli antiossidanti e gli agenti antitumorali.

* "con le melanzane dovresti mangiare 10 kg per arrivare al livello di una singola sigaretta." * Dove hai preso questa cifra? Se l'hai preso dalla tabella in [Domino, et al. (1993)] (https://doi.org/10.1056/NEJM199308053290619) allora c'è un errore. Sono 10g ** non Kg ** per l'equivalente di fumare passivamente per 3 ore in una stanza con una "quantità minima" di fumo di tabacco. 10 g non sono molte melanzane.
@ChrisRogers è solo accidentalmente in modo che il fumo passivo (come definito) sia circa 1/1000 parte di ciò che si ottiene fumando * attivamente * una sigaretta, vale a dire 1 mg (stima tipica). 100 µg di nicotina per kg di melanzane => 10 kg necessari per 1 mg di nicotina.
Ciò è irrilevante in quanto il fumo passivo provoca il cancro (ad esempio [Hori, et al. 2016] (https://doi.org/10.1093/jjco/hyw091)).
@ChrisRogers Non credo però che ci sia alcuna prova che * la nicotina del fumo passivo * provochi il cancro: ci sono molti molti altri componenti nel fumo di sigaretta.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...