Domanda:
Perché si consiglia di registrare il risultato del flusso di picco più alto e non una media aritmetica media?
Aesir
2018-12-13 00:54:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Gli asmatici sono incoraggiati a mantenere un caseificio con flusso di picco, che registra i punteggi del loro flusso espiratorio di picco misurati due volte al giorno; una volta al mattino e una alla sera. e gli viene chiesto di effettuare la misurazione tre volte e di registrare la lettura più alta .

Perché è preferenziale mantenere la lettura più alta invece di una media aritmetica (che troverei più accurata in questo caso d'uso)?

Una risposta:
#1
+3
panteleimon
2018-12-13 21:33:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Bene, il PEF (picco di flusso espiratorio) varia nel corso della giornata ed è al suo minimo al mattino (che è quando i pazienti sono solitamente istruiti a prenderlo x3, prima delle loro medicine), quindi prendere il valore più alto bilancia piccolo.

Inoltre, stiamo misurando la PEF, ovvero la velocità massima di espirazione, non la media velocità di espirazione;) E la velocità di un paziente record personale (la lettura PEF più alta che hanno registrato per un periodo di 2-3 settimane) è utile per determinare le zone di asma (verde per quando la PEF di un paziente misura l'80% -100% del loro valore migliore, giallo per il 50% -80 % & red per <50%), che a loro volta sono necessari per elaborare un piano d'azione per l'asma in modo che il paziente sappia quando può curare i sintomi senza andare in ospedale e quando dovrebbe. L'uso della lettura più alta offre anche un piccolo margine di manovra in casi in cui ≤80% di PEF non è così grave come potrebbe essere!

Il miglior PEF personale viene utilizzato anche per determinare se i farmaci di un paziente devono essere cambiati o la dose è aumentata / ridotta, ecc.

Riferimenti:

  1. Reddel HK, Marks GB, Jenkins CR. Quando può essere determinato il picco di flusso personale migliore per i piani d'azione per l'asma? Thorax 2004; 59: 922-4.

  2. Piano d'azione per l'asma. American Lung Association.

  3. Bailey W, Gerald L. Monitoraggio della portata espiratoria di picco nell'asma.

Tendo a scoprire che le mie tre letture variano un po ', spesso una di esse è ~ 20-30 superiore rispetto alle altre due. Mi ha fatto chiedere se registrare quello più alto sia corretto perché, sebbene lo abbia raggiunto una volta, non sembra essere rappresentativo della mia condizione "effettiva" in quel momento, più come un valore anomalo.
@Aesir Penso che il picco sia davvero la tua condizione "reale", tuttavia, è il massimo che sei riuscito a ottenere. x3 è probabilmente un equilibrio tra noioso e misura accurata (cioè, se hai usato solo 1, il tuo massimo stimato sarebbe spesso molto inferiore al tuo massimo effettivo, come stai descrivendo).


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...