Domanda:
La trasfusione di sangue può aiutare in caso di sclerodermia?
guest
2016-02-02 05:46:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il trasferimento di sangue può in qualche modo aiutare un caso di sclerodermia?

So che non è il modo per curarlo, ma mi chiedevo solo se questo può rallentare la distruzione del corpo causata dai linfociti difettosi.

Si prega di rispondere in un inglese semplice, ma comunque supportato da riferimenti affidabili.

Va bene offrire una ricompensa su questa domanda, tuttavia la formulazione che invita alla speculazione è contro la politica del sito. Puoi ripristinare la taglia senza richiedere speculazioni.
@JohnP, Grazie, non lo sapevo. In generale, sono d'accordo che la speculazione possa essere solo un rumore indesiderato, ma credo che la speculazione sia meglio di niente quando viene nominata. Ogni prova parte da un'idea. Se non ci sono prove, le idee sono tutto ciò che abbiamo. Non dovremmo condividerlo allora?
Ciao @MichałŠrajer, alcuni potrebbero essere d'accordo con questo, ma finora questo sito ha parlato di fatti comprovati o dichiarazioni supportate. Vogliamo mantenere questo sito informativo, non pieno di affermazioni non dimostrate, quindi manteniamo una politica rigorosa. Grazie per la comprensione!
@DaveL, Certo, sono le regole della community. Rispetto quello.
Una risposta:
#1
+5
Graham Chiu
2017-11-09 01:42:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non sono a conoscenza di alcun lavoro svolto in quest'area. Una trasfusione di sangue intero non sostituirà i linfociti difettosi circolanti.

D'altro canto, il trapianto di cellule staminali ematopoietiche ha qualche promessa in pazienti con funzionalità polmonare deteriorata.

L'HSCT autologo potrebbe "Resettare" il sistema immunitario dell'ospite a un punto nel tempo in cui i trigger antigenici dell'autoimmunità non erano presenti (41). Un esempio di questo punto è il fatto che l'immunità pre-HSCT diminuisce e spesso scompare dopo HSCT autologo. Nei riceventi di condizionamento trauma cranico e trapianto autologo, è stato dimostrato che la diversità del repertorio del recettore delle cellule T (TCR) si normalizza dopo linfoablazione e trapianto autologo (42).

...

Ma i benefici dell'HSCT autologo superano i rischi? Probabilmente non nelle malattie autoimmuni con bassa mortalità associata, ma per la malattia polmonare da sclerodermia i benefici appaiono convincenti. Replicato in più rapporti di fase II dall'Europa e dagli Stati Uniti, sono stati osservati miglioramenti drastici e duraturi nella fibrosi cutanea e nelle misure della qualità della vita insieme alla stabilizzazione dei PFT. Tre studi clinici prospettici randomizzati in pazienti con SSc e coinvolgimento di organi interni hanno confrontato il trattamento HSCT autologo con CYC a impulsi EV ad alte dosi somministrati per un massimo di 12 mesi. Lo studio SCOT sta ancora seguendo tutti i soggetti attraverso l'endpoint primario del 54 ° mese, ma come descritto sopra gli studi randomizzati ASSIST e ASTIS sono stati completati ed entrambi riportano benefici clinici statisticamente significativi dopo il trapianto di cellule staminali.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/mid/NIHMS787239/



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...